close
salute

Il microdosaggio della psilocibina mostra miglioramenti della salute mentale

microdosaggio

Un nuovo studio mostra che l'umore e la salute mentale sono migliorati dal microdosaggio della psilocibina

Un nuovo studio ha osservato significativi benefici per l'umore e la salute mentale dopo un mese di microdosaggio di funghi psilocibina. I microdosatori a fungo hanno visto i maggiori miglioramenti nelle aree DASS di depressione , ansia et stress . Lo studio afferma che non hanno trovato differenze in questi risultati tra i sessi, ma l'hanno trovata efficacia cognitiva della microdose era più efficace nelle persone di età inferiore a 55 anni.

ilsondaggio pubblicato in Natura : Rapporti scientifici intitolato " I microdosatori di psilocibina dimostrano maggiori miglioramenti osservati nell'umore e nella salute mentale a un mese rispetto ai controlli senza microdosaggio“, ha analizzato 1133 soggetti tra novembre 2019 e maggio 2021. Tutti i soggetti avevano più di 18 anni, erano in grado di leggere in inglese e avevano accesso a un dispositivo iPhone iOS dove i partecipanti registravano i loro risultati. Una valutazione di base è stata eseguita all'inizio dello studio e di nuovo tra 22 e 35 giorni dopo.

I ricercatori hanno analizzato i risultati del microdosaggio di psilocibina combinata con funghi criniera di leone (Hericium erinaceus, o abbreviato HE) o niacina (vitamina B3), per identificare "miglioramenti dell'umore e salute mentale di entità da piccola a media che erano generalmente coerenti tra i sessi , età e presenza di problemi di salute mentale... miglioramenti delle prestazioni psicomotorie specifici per gli anziani. Lo studio chiama queste combinazioni "cumulative".

L'abstract dello studio rileva che la combinazione di psilocibina con EO o B3 "non ha avuto alcun impatto sui cambiamenti dell'umore e della salute mentale".

leggere :  Tabacco: il vero problema con la cannabis

La ricerca è stata scritta da molti autori, tra cui Paul Stamets, così come Joseph M. Rootman del Dipartimento di Psicologia dell'Università della British Columbia. Secondo un'intervista a Forbes, Joseph M. Rootman è certo che il lavoro attualmente svolto consentirà di fare altre rivelazioni in futuro. "Questo studio è un'estensione del nostro precedente manoscritto pubblicato nella stessa rivista e abbiamo altre pubblicazioni nei lavori che si basano su questo stesso studio", ha detto Rootman. “Il nostro team ha anche lavorato duramente per sviluppare la prossima versione dello studio che verrà utilizzata per generare risultati relativi al microdosaggio psichedelico per i prossimi anni. »

Rootman ha anche chiarito che lo studio non richiedeva un solo tipo di varietà di funghi. Piuttosto, i ricercatori hanno semplicemente osservato le esperienze registrate dai pazienti, che variavano tra quantità basse, medie o elevate di funghi microdosati (rispettivamente 0,1 grammi, 0,1-0,3 grammi o più di 0,3 grammi). "Abbiamo scoperto che circa il 10% del nostro campione di microdosaggio in questo studio riportava dosaggi elevati, 72,6% dosaggi medi e 16,8% dosaggi bassi", ha aggiunto Rootman.

La descrizione dello studio condivide la convinzione collettiva degli autori che questo sia uno dei primi studi nel suo genere, ma che necessiti di ulteriori ricerche per stabilire una base per mostrare come la psilocibina possa avvantaggiare i partecipanti umani. "Sono necessarie ulteriori ricerche con gruppi di controllo e campioni di grandi dimensioni per esaminare potenziali moderatori come lo stato di salute mentale, l'età e il sesso per apprezzare meglio le conseguenze sulla salute di questo fenomeno emergente", concludono gli autori. "Nel presente studio, miriamo ad estendere questa letteratura esaminando i cambiamenti potenziali associati al microdosaggio di psilocibina rispetto a un gruppo di controllo non microdosante nelle aree della salute mentale, dell'umore e del funzionamento cognitivo e psicomotorio. A nostra conoscenza, questo è il più grande studio prospettico sul microdosaggio della psilocibina fino ad oggi, il primo a distinguere tra miscele di microdosaggio (cioè impilamento) e uno dei pochi studi prospettici a disaggregare sistematicamente le analisi per età e condizioni di salute mentale. »

leggere :  Una micro dose di THC aiuta a trovare memoria

A poco a poco, sempre più prove vengono raccolte in studi come questo. Tuttavia, non sono ancora sufficienti per convincere coloro che si oppongono all'uso della psilocibina per scopi medici. Alla fine di giugno, la contea di Linn, nell'Oregon, ha annunciato l'approvazione di un'iniziativa degli elettori per vietare le terapie e i centri di trattamento della psilocibina (anche se il resto dello stato adotterà il programma della psilocibina).

All'inizio del mese scorso, a studio fatto in Sud Africa ha rivelato che la psilocibina può aiutare le donne con HIV che causano stati depressivi. Un altro studio ad aprile ha anche scoperto che la psilocibina può essere utile come trattamento per la depressione. A maggio, gli attivisti dell'organizzazione Right to Try hanno recentemente manifestato davanti alla sede della Drug Enforcement Administration in Virginia per attirare l'attenzione sui pazienti che potrebbero usare la psilocibina per migliorare la loro qualità di vita.


tag: Champignonallucinogenamicrodosaggio
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.