close
Scienza

La scienza del colore della cannabis

scienza del colore 9

Pigmentazione e effetto antiossidante

Il colore della cannabis non è costante e cambia man mano che la pianta matura. Il colore di una pianta di cannabis dipende dalla temperatura, dal suo ambiente e soprattutto dai suoi antociani. Sono pigmenti idrosolubili che possono apparire blu, rossi, viola. Ma contrariamente alla credenza popolare, il colore non è rappresentativo della qualità dell'effetto della marijuana. Se non come antiossidante e la sua interazione sui recettori endo-cannabinoidi. Ancora, 93% degli acquirenti sceglie in base al colore e all'aspetto generale della marijuana.

antociani

La cannabis produce antociani, che fanno parte della famiglia dei flavonoidi [i pigmenti delle piante], per proteggersi, secondo uno studio. "La produzione di flavonoidi partecipa in diversi modi alla crescita della pianta rendendola più resistente agli agenti patogeni, producendo pigmenti e proteggendola dai raggi ultravioletti, che contribuisce allo sviluppo del polline e del mantello del seme", scrivono i ricercatori ricercatori.

La scienza dei colori

Anche i diversi modi in cui vengono allevate le piante di cannabis, con diversi livelli di pH, temperatura e pigmentazione, influiscono sui loro effetti. Ma alla fine, sono anche i nutrienti, la quantità di acqua e di luce a cui ha diritto la pianta che conferiscono a ciascuna pianta qualità ed effetti unici, qualunque sia il suo colore.

La scienza dei colori

Poteri antiossidanti

Un malinteso è che le varietà scure siano più efficaci in termini di effetto. La verità è che il colore non ha nulla a che fare con il potenziale della pianta. Tuttavia, è noto che gli antociani agiscono come potenti antiossidanti e si ritiene che abbiano anche proprietà analgesiche, antinfiammatorie e neuroprotettive. La ricerca suggerisce che gli antociani hanno un'affinità selettiva con i recettori CB1 o CB2 a seconda del tipo. La presenza di antociani non modifica la potenza dei cannabinoidi come il THC, potrebbe conferire alla varietà un ulteriore effetto sulla salute.

La scienza dei colori

Altre piante includono queste molecole nella loro genetica, come more, mirtilli, lamponi, bacche di goji, arance rosse e mirtilli rossi (mirtilli rossi). I mirtilli rossi sono particolarmente ricercati per le loro proprietà antiossidanti, riconosciute potenti, grazie agli antociani.

leggere :  Il massaggio infuso con cannabis

Un verde modificabile

La temperatura gioca un ruolo vitale perché le temperature più fredde impediscono la produzione di clorofilla, che è essenziale per la vita delle piante.

La scienza dei colori

Per la cannabis, a seconda del lignaggio della varietà, alcuni altri colori appariranno quando si abbassa la temperatura e si accorcia il suo ciclo imitando il cambio di stagione. La gamma ideale per la coltivazione della cannabis è un pH di 5.5-6.5. Ma durante la fioritura puoi in qualche modo aumentare o minimizzare alcuni antociani, evidenziando certi colori e accentuandoli un po '….

Varietà viola (viola) e blu (blu)

La scienza dei colori

Oltre al verde, il colore preferito da coltivatori e consumatori è il viola, come nel caso di Grandaddy Purple. I pigmenti viola si presentano facilmente sulla cannabis, che produce meno clorofilla con l'invecchiamento. Ma per chi ha fretta o per chi teme che la sua erba stia invecchiando, la pigmentazione viola può essere sviluppata anche in ambienti a pH neutro.
I ceppi di Purple Orangutan sono probabilmente quelli che sintetizzano il più facilmente, i toni blu e viola nel mondo.

Varietà rossa (rossa) e rosa (rosa)

La scienza dei colori

Le varietà rossastre sono più difficili da coltivare. Ma questo può essere ottenuto manipolando i nutrienti della pianta e privandola del fosforo. Le varietà più scure, a volte anche nere, sono dovute alla pigmentazione eccessiva delle foglie di cannabis. Queste varietà sono anche conosciute per i loro effetti psichedelici e talvolta allucinogeni. Di solito crescono meglio quando la temperatura è bassa.

leggere :  Da dove viene davvero l'odore speciale dell'erba e perché i terpeni non bastano?

Ci sono forti ceppi di marijuana di colore rosso nello sciamano dei fiori rosa. The Pink Predator ha alcuni fenotipi che mostrano veri toni fucsia

Ceppi gialli (gialli) e arancioni

La scienza dei colori

Le varietà gialle, come la Lemon Kush, prosperano in condizioni più basilari. Quando la clorofilla inizia a scarseggiare, se la pianta è geneticamente predisposta alla pigmentazione giallastra, spesso compaiono riflessi dorati man mano che la pianta matura. Se una pianta è povera di antociani, è comune che sviluppi riflessi gialli, dorati o ocra grazie ai carotenoidi, molecole di pigmento presenti anche nelle carote, foglie autunnali e pomodori.

L'arancia si trova naturalmente a Olive Oyl, Kandy Skunk e alcuni fenotipi Alien OG. I tuorli includono varietà di Wicked OG, Grapefruit e ovviamente Lemon Kush. Nota che queste varietà OG hanno un forte sapore di pompelmo, limone naturalmente….

Erba oscura

La scienza dei colori

Ci sono alcune varietà che sembrano affondare nel lato oscuro della Forza ^^ Originariamente questa genetica apparve nella Landrace vietnamita, IE Vietnamese Black. Tutte queste varietà sono ibridi di Black Willy e Black Tuna, un tono nero che non ricorda l'ebano.

Inoltre, questi ceppi sono riconosciuti per effetti psichedelici e cerebrali molto intensi…. Il loro aspetto inchiostro nero deriva da una sovrabbondanza di tutti i colori nelle foglie; con temperature calde si ottengono sfumature violacee scure, rosse che possono schiarirsi, vedi OR in alcuni casi.


tag: Agricoltura / GrowPiantagioneterapeutico
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.