close
Cannabinoidi

Comprendere il sistema endocannabinoide e l'effetto entourage

Qual è il sistema cannabinoide endogeno

Nel 1998, il pioniere della scienza della cannabis, il dottor Raphael Mechoulam e il suo team hanno introdotto l'idea dell'effetto entourage. La loro ricerca ha convalidato l'ipotesi che diversi cannabinoidi agiscano sinergicamente sul sistema endocannabinoide, migliorando così la loro attività. Il termine effetto entourage viene spesso utilizzato, ma significa? E quali sono questi cannabinoidi specifici? Per rispondere a queste domande, abbiamo riportato l'esperienza di Guru di Ganja, il famoso Ed Rosenthal.

Se stai leggendo questo blog, hai molta familiarità con il THC. E probabilmente hai sentito parlare del CBD. Se fumato da solo, il CBD ha effetti fisiologici positivi sul corpo. Questi includono l'attivazione del sistema nervoso parasimpatico e l'induzione dell'appetito. Combinato con il THC, riduce la paranoia e l'ansia normalmente associate all'uso di cannabis.

Ciò che forse è ancora più importante del contributo del dottor Mechoulam al termine "effetto entourage" è la sua scoperta del sistema naturale dei recettori della cannabis del corpo umano, i cannabinoidi del sistema come il THC e il CBD lavorano su di lui. Questo sistema fisiologico è responsabile del mantenimento dell'omeostasi in tutto il corpo a livello cellulare.

D'altra parte, ci sono cannabinoidi che manipolano simultaneamente tre meccanismi biologici specifici:

  • Soppressione della produzione di sensibilizzanti e attivatori
  • Stabilizzazione delle cellule nervose per ridurre l'infiammazione
  • Inibizione della diffusione di agenti infiammatori nelle cellule immunitarie vicine

I tre "compiti" dell'ECS (sistema endo-cannabinoide) hanno la stessa funzione: ridurre il dolore sulla zona lesa.

Questo stesso atto di "equilibrio biologico" si verifica in ogni momento a tutti i livelli del corpo: il sistema EC sta lavorando per mantenere l'omeostasi e questo ha implicazioni incredibili per la medicina. La cannabis continua a guadagnare terreno come farmaco contro il dolore. I cannabinoidi non si sentono bene solo perché il tuo corpo li ama, sono elementi costitutivi fondamentali della salute umana.

Facciamo un rapido giro di altri cannabinoidi meno discussi.

ACIDO TETRAIDROCANNABINOLICO (THCA) E ACIDO CANNABIDIOLICO (CBDA)

Cosa significa la "A"?

Molte persone non fanno la differenza, ma devi saperlo anche tu
la varietà coltivata "ad alto THC" produce pochissimo delta-9-THC psicoattivo, la stragrande maggioranza di ciò che è nelle ghiandole di resina è in realtà THCA, il precursore chimico del THC. Lo stesso vale per il CBD: gli alti ceppi CBD sono in realtà molto alti CBDA. In entrambi i casi, il " a "Significa acido - soprattutto acido carbossilico, che non attraversa facilmente la barriera ematoencefalica a causa della sua struttura atomica, che viene modificata passivamente dal processo di decarbossilazione: il nome si riferisce alla rimozione del" gruppo carbossilico " COOH.

Sebbene le persone generalmente si riferiscano alla potenza totale misurata di un fiore o concentrato (inclusi i precursori dell'acido) come "contenuto di cannabinoidi", sono gli acidi cannabinoidi grezzi che dominano nelle gemme. Fumare, vaporizzare o in alcuni casi estrarre le gemme decarbossilano il THCA in delta-9-THC, il composto psicoattivo o, nel caso del cannabidiolo, trasforma il CBDa in CBD.

leggere :  Cosa succede a THC e CBD nel corpo umano?

Esistono diversi metodi di estrazione e post-estrazione per cannabis decarbossilata, ma tutti usano il calore. Mentre l'estrazione a freddo elabora e trattiene i cannabinoidi acidi grezzi. I metodi di estrazione che utilizzano temperature sufficientemente elevate producono cannabinoidi decarbossilati, neutri (anziché acidi).

Un semplice esempio, la differenza tra un bocciolo e un brownies: se prendi un ottavo di un bocciolo molto potente e lo mangi, gli effetti saranno minimi o nulli. Questo non vuol dire che non ci saranno benefici: molte persone giurano che consumando cannabis cruda per migliorare la propria salute e il proprio benessere, una cosa è certa, di certo non ti farà sballare. Questo perché la stragrande maggioranza dei cannabinoidi sul nascere non è stata decarbossilata, quindi rimangono nel loro stato grezzo, non psicoattivo.

Con contro, un biscotto che è stato esposto a temperature superiori al punto di “decarbossilazione” del THC, intorno ai 100 ° C. Anche se non hai decarbossilato le tue cime prima di imburrare e cuocere, è possibile che tu abbia comunque cotto a una temperatura più alta, quindi la stragrande maggioranza dei cannabinoidi nel tuo brownie sono THC attivo, il che significa che se lo mangi sai cosa sta succedendo . La stessa regola vale per il CBD, solo il punto di decarbossilazione è leggermente più alto: intorno a 135 ° C.

CBN

Il CBN è stato a lungo considerato indesiderabile in alte concentrazioni dalla maggior parte dei consumatori e, per estensione, dai coltivatori. Questo perché il CBN è prodotto dalla degradazione del THC per esposizione all'ossigeno (ossidazione). I livelli di CBN aumentano naturalmente quando le piante di cannabis mature si avvicinano al raccolto, perché lo stesso processo ossidativo che converte il THCa in THC converte anche il THC in CBN.

I livelli di CBN aumentano anche durante la decarbossilazione: l'esposizione al calore aumenta il naturale processo di degradazione, il che significa che il THCa viene convertito in delta-9-THC, che viene simultaneamente convertito in CBN. Questo equilibrio è stato a lungo sbilanciato verso la massimizzazione dei livelli delta-9 e la riduzione al minimo della concentrazione di CBN, ma poiché il modo in cui il pubblico sta consumando si sta evolvendo per comprendere più cannabinoidi, gli estratti di CBN stanno attirando poco ma crescente interesse.

Tradizionalmente, le esperienze della maggior parte dei consumatori di cannabis con il CBN derivano dal consumo di vecchi germogli che hanno convertito la maggior parte del loro THC in CBN attraverso l'ossidazione graduale. Questa esperienza è generalmente caratterizzata dall'effetto più associato al CBN: sonnolenza o induzione del sonno. Coloro che cercano gli effetti di cui hanno goduto un anno fa (per non parlare del profilo terpenico a lungo volatilizzato) saranno delusi, ma coloro che stanno solo cercando di dormire bene la notte potrebbero apprezzare il CBN in più.

Come con tutti i cannabinoidi, il CBN può essere isolato mediante distillazione frazionata per l'uso in tinture o consumato come estrazione a tampone. Attualmente esistono pochissime fonti commerciali per questi prodotti. Ciò potrebbe rappresentare un'opportunità per andare avanti poiché la domanda di cannabinoidi oltre il THC e il CBD aumenta gradualmente con la nostra comprensione dei rispettivi contributi all'effetto entourage e dei loro impatti individuali.

leggere :  La cannabis può essere usata per trattare la sindrome dell'ovaio policistico?

CBGA: LA MADRE DI TUTTI I CANNABINOIDI

Se non hai mai sentito parlare di cannabigerolo o CBG, non sei il solo, molti consumatori di cannabis non sono a conoscenza dell'esistenza di questo cannabinoide "minore", che di solito appare solo in piccole concentrazioni (1% o meno) nella cannabis raccolta. Tuttavia, senza questo precursore dei cannabinoidi, non ci sarebbero THC o CBD.

Tutto il THCa e il CBDa nelle ghiandole resinose della pianta di cannabis inizia con il CBGa, che viene prodotto internamente e poi trasformato dagli enzimi in THCa, CBDa o CBCa, un altro cannabinoide che compare sui radar delle droghe. ricercatori. Ma, come con tutti i cannabinoidi, stiamo imparando che il CBG ha i suoi effetti distinti sulla fisiologia umana, tra cui l'inibizione della crescita delle cellule tumorali e la riduzione della pressione intraoculare.

CBC

Il cannabicromo (CBC) è un cannabinoide "non psicoattivo", in quanto non si lega prontamente ai recettori dei cannabinoidi CB1. Tuttavia, sembra fornire effetti analgesici ed è stato dimostrato che si lega ai recettori del dolore. La ricerca su questo cannabinoide è ancora scarsa rispetto ai big data su CBD e THC, ma ha dimostrato di avere un effetto unico sull'anandamide, un endocannabinoide associato a numerosi effetti terapeutici, nell'alleviare la depressione. inibizione della crescita delle cellule tumorali. Il CBC consente all'anandamide di rimanere più a lungo nel flusso sanguigno, aumentando il suo impatto cumulativo e aumentando la sua efficacia. Questo effetto è stato visto anche con il CBD, ma le prime ricerche suggeriscono che potrebbe essere ancora più pronunciato con il CBC.

NECESSITÀ DI PIÙ RICERCA

Qualsiasi discussione sulla medicina della cannabis e sulla scienza dietro il modo in cui funziona la cannabis finisce inevitabilmente per far pronunciare questa frase - l'ultimo santuario retorico dello status quo della cannabis - " sono necessarie ulteriori ricerche".

E, naturalmente, c'è del vero in questo. Qualsiasi fenomeno sociale e scientifico che abbia tante sfaccettature e fronti di sviluppo quanti la cannabis richiede senza dubbio un impegno monumentale da parte di ricercatori e scienziati per comprenderlo meglio. Tuttavia, questo ignora la montagna di ricerche cliniche molto legittime già svolte su questo argomento, gran parte della quale proviene da Israele, che ha un ambiente legale meno restrittivo quando si tratta di ricerca sulla cannabis.

Speriamo sinceramente che la ricerca sulla cannabis continui per sempre, ma non possiamo nemmeno lasciare che i sostenitori del proibizionismo creino un collegamento tra il bisogno infinito di saperne di più e la mancanza di dati sufficienti per andare avanti. depenalizzazione.

cannabinoidi, endocannabinoidi, endocannabinoidi, endocannabinoidi esogeno, sistema cannabinoide, sistema cannabinoide endogeno, sistema cannabinoide endogeno, effetto entourage, THCA, CBDA, TETRAHYDROCANNABINOLIC ACIDO, TETRAHYDROCANNABINOLIC ACIDO, TETRAHYDROCANNABINOLIC ACIDO, CANNABINOLIC ACIDO tetraHYDROCANNABINOLIC ACIDO, TETRAHYDROCANNABINOLIC ACIDO, CANNABINOLIC ACIDO tetraHYDROCANNABINOLIC ACIDO, ACIDO CANNABINABIDICO CBGA, cannabinoide cbga, cbga vs cbd, CBC
Ed Rosenthal e Snoop dogg

Diritto di riproduzione: Ed Rosenthal

Solo perché non hai dovuto pagare per queste informazioni non significa che non abbiamo bisogno di aiuto. In Canna-Media continueremmo a combattere la disinformazione e il separatismo medico. Per mantenere le informazioni, il tuo supporto è essenziale



tag: CBCCBGCBNRaffaele MechoulamSistema endocannabinoide
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.