close
salute

Epidiolex efficace contro una rara forma di epilessia

Un trattamento contro attacchi di sclerosi tuberosa a Bourneville

Una soluzione orale di cannabidiolo (CBD) altamente purificata riduce l'epilessia associata a Sclerosi tuberosa di Bourneville (STB), che è caratterizzato da tumori benigni che si sviluppano in molte parti del corpo. Le convulsioni nei bambini piccoli, che si manifestano come spasmi ripetitivi della testa e delle gambe, sono spesso un segno della malattia.

Sclerosi tuberosa di Bourneville, Epidiolex
Dr. Elizabeth Thiele

"Il CBD sembra essere un farmaco efficace, sicuro e ben tollerato in TBS, quindi ci offre un'altra opzione di trattamento per l'epilessia, dove c'è un bisogno significativo e insoddisfatto", ha detto la dottoressa Elizabeth Thiele, direttrice dell'Herscot Center for Tuberous Sclerosis Complex e direttore del Pediatric Epilepsy Program, Massachusetts General Hospital di Boston.
I risultati sono stati presentati qui alla 73a riunione annuale dell'American Epilepsy Society (AES) nel 2019.

Sintomi resistenti ad altri trattamenti

Come riportato da Medscape Medical News, la soluzione di CBD purificata utilizzata nello studio (Epidiolex, GW Pharmaceuticals) è stata approvata nel 2018 dalla Food and Drug Administration statunitense per il trattamento della sindrome di Dravet e della sindrome di Lennox-Gastaut (LGS), due forme resistenti altri trattamenti.

leggere :  Il Congresso spagnolo crea un comitato sulla cannabis medica

Si stima che l'STB tocchi un individuo su 5500. È causato da difetti nei geni TSC1 e TSC2 che controllano negativamente il percorso della rapamicina (mTOR) nei mammiferi e causano un'anormale crescita cellulare nei sistemi di organi, in particolare nella pelle e nel cervello.

Circa l'85% delle persone con TBS soffre di epilessia, solitamente di origine pediatrica. In circa due terzi dei casi, l'epilessia è refrattaria, afferma il dott. Thiele.
Per determinare l'efficacia di Epidiolex in questa popolazione, i ricercatori hanno reclutato 224 pazienti (età media, 11 anni) da 46 siti in sei paesi.

I pazienti avevano già provato una mediana di quattro farmaci antiepilettici e ne avevano assunto una media di tre. Valproato (45%), vigabatrin (33%), levetiracetam (28%) e clobazam (27%) erano i più comuni.

I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere 25 mg / kg / giorno o 50 mg / kg / giorno di CBD o un placebo. Dopo un periodo di aggiustamento della dose di 4 settimane, i pazienti hanno continuato a ricevere questi prodotti per 12 settimane. L'endpoint primario dello studio era la variazione percentuale della frequenza delle crisi focali e generalizzate associate alla TSC.

leggere :  Ritorno in Irlanda per un paziente molto giovane

L'analisi dei 201 pazienti che hanno partecipato allo studio ha mostrato che le due dosi di CBD hanno determinato una riduzione significativamente maggiore della frequenza delle crisi - 49% per la dose da 25 mg (P = 0,0009) e 48% per la dose da 50 mg (P = 0,0018) - rispetto al placebo, cioè 27%.


tag: EpidiolexepilessiaMedico e ParafarmaceuticoTraitement
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.