close
legale

L'Islanda chiama per legalizzare

L'ex First Lady d'Islanda dice: "Legalizza l'erba" 

Su Instagram, l'ex First Lady d'Islanda, Dorrit Moussaieff, ha espresso la sua opinione sull'argomento: la cannabis deve essere legalizzata.

Due fotografie su quello che si ritiene essere l'account Instagram privato di Dorrit mostrano due piante di cannabis: una ha l'hashtag #LegaliseCannabis, l'altra #Legaliseweed.

Dorrit Moussaieff, Islanda

Breve promemoria storico, il governo islandese ha vietato per la prima volta la cannabis il 14 ottobre 1969, poi l'ha ratificata nel 1974. Nonostante la sua illegalità, l'Islanda ha uno dei tassi di consumo di cannabis più alti al mondo. , con circa il 18,3% della popolazione adulta che lo utilizza a scopo ricreativo, come riportato lo scorso anno dal World Drug Report. Nel febbraio 2018, il radio di stato RUV aveva affermato che i profitti associati alla crescita e alla produzione di cannabis a Reykjaví ​​(la capitale dell'Islanda) da soli superavano la cifra delle importazioni dall'estero.

Dorrit Moussaieff, Islanda

Nel frattempo, l'Islanda rimane uno dei paesi più sicuri e pacifici del pianeta. L'Islanda ha la reputazione di vietare, vietare la birra fino al 1989 perché
all'epoca, questa bevanda non era "patriottica" ...

leggere :  I canadesi rischiano il divieto a vita dagli Stati Uniti

Comprensibilmente, dati i rischi per la salute e i comportamenti associati all'alcol e in considerazione dei consumatori di cannabis, molti si affrettano a sottolineare l'ipocrisia che una sostanza - la maggior parte delle quali più sicura - è ancora vietata.

Molte persone responsabili della fornitura domestica di cannabis in Islanda vedono questa come una campagna per i diritti umani, in cui la disobbedienza civile è semplicemente un elemento necessario per cambiare la legge.

Dorrit Moussaieff, Islanda

Ólafur Ragnar Grímsson

Dorrit è sposata con l'ex presidente, Ólafur Ragnar Grímsson, e si è costruito negli anni una reputazione come uno dei portavoce più dinamici dell'isola.
In questo momento, non è chiaro se offra la legalizzazione per scopi medici o ricreativi, o entrambi.

Eppure i sostenitori del cambiamento immaginano Reykjavík è gemellato ad Amsterdam, un punto caldo turista dove le caffetterie vendono giunti pre-laminati e tassabili e dove i pedoni sono liberi di fumare o mangiare prodotti commestibili senza paura della polizia.

Dorrit Moussaieff, Islanda

Reykjavík

A sua volta, questo approccio liberale non solo rafforzerà l'Islanda come destinazione di viaggio, ma aiuterà anche notevolmente coloro che cercano un trattamento con cannabis.

leggere :  Donald Trump, il presidente 45me degli Stati Uniti in "favore" della cannabis medica

Anche se l'ex first lady è una figura controversa, questi incidenti l'hanno resa un'icona molto apprezzata in Islanda, il che la posiziona perfettamente come sostenitrice del cambiamento.


tag: BUZZIslandaleggeVoyage
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.