close
legale

Lo storico voto della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti apre le porte alla legalizzazione

La legge sulla legalizzazione della cannabis "storica" ​​apre questo mese

È probabile che i legislatori federali statunitensi approvino una legge "storica" ​​sulla legalizzazione della cannabis alla fine di questo mese, aprendo la strada a una riforma importante dopo le elezioni di novembre, secondo un esperto politico.

La scorsa settimana, un'e-mail trapelata ha rivelato che la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti voterà un disegno di legge radicale chiamato MORE Act poco dopo la ripresa del Congresso, il 14 settembre. Il voto in corso da allora ha fatto notizia a livello internazionale e ha suscitato entusiasmo nella comunità della cannabis.

Le Legge sul reinvestimento e l'eliminazione delle opportunità di marijuana depenalizzerebbe la cannabis rimuovendola formalmente dalla legge federale sulle sostanze controllate. Ciò consentirebbe agli stati federali di approvare le proprie leggi sull'erba, che è stata legalizzata da 11 governi statali e da Washington DC

Il disegno di legge eliminerebbe anche le condanne federali sull'uso di erba e creerebbe un fondo per le comunità più colpite dalla guerra alla droga.

"È certamente storico", ha detto Chris Lindsey, direttore delle relazioni con il governo per il Marijuana Policy Project. “Portare la Camera a votare su quello che in realtà è un disegno di legge di legalizzazione sarebbe certamente un grande momento nella cronologia e nella storia di questo movimento. "

Chris Lindsey ha detto che il MPP applaude le disposizioni chiave del disegno di legge, in particolare il modo in cui la deregolamentazione della cannabis affronterebbe finalmente il danno storico che è stato inflitto alle persone di colore in America.

"La guerra alla cannabis è stata davvero concepita in un contesto razzista ed è stata regolarmente usata come arma contro le persone di colore", ha detto a Mugglehead in un'intervista telefonica.

Il disegno di legge imporrebbe una tassa del 5% sui prodotti a base di cannabis, con il ricavato trasferito a un fondo creato per aiutare le persone più colpite dall'applicazione del divieto.

Lindsey prevede che la legge MORE passerà alla Camera, ma dovrà affrontare sfide significative nel Senato a guida repubblicana a causa dell'opposizione alla legalizzazione del leader della maggioranza Mitch McConnell. Ma ciò non dovrebbe togliere il fatto che questo è un punto culminante per un disegno di legge importante su un argomento che molte persone sostengono, aggiunge.

leggere :  Whoopi Goldberg parla di nuovo sulla legalizzazione

L'anno scorso, i sondaggi del Pew Research Center e Gallup hanno mostrato che circa due terzi degli americani sostengono la legalizzazione dell'erba, anche la maggioranza dei repubblicani sostiene la riforma.

ALTRO Atto

Il mese scorso, una coalizione di importanti organizzazioni per i diritti civili ha inviato una lettera ai leader democratici del Congresso chiedendo un voto per porre fine al divieto, tra le proteste a livello nazionale contro le uccisioni di neri americani da parte della polizia.

Di fronte all'evoluzione della pandemia Covid-19 e al crescente dialogo nazionale sulle pratiche sleali di applicazione della legge, la riforma della marijuana, come un modesto primo passo nella lotta contro la droga, è più rilevante e più urgente che mai ", ha scritto il gruppo . “La legge MORE rimane la via più efficace e più equa.

Per Lindsey e l'MPP, gli americani non vedranno serie riforme della polizia e della giustizia penale fino alla fine del divieto federale.

“Non puoi negarlo. Se guardi solo ai tassi di arresti e nient'altro, per non parlare delle tante, tante storie personali che sono state raccontate e che emergono e continuano ad emergere, come le leggi sul divieto prendono di mira le minoranze di colore ”, ha dichiarato.

Secondo un rapporto dell'American Civil Liberties Union pubblicato all'inizio di quest'anno, i neri hanno una probabilità 3,64 volte maggiore di essere arrestati per possesso di droga rispetto ai bianchi, nonostante tassi di consumo simili. In media, 600000 americani vengono arrestati ogni anno per reati legati all'erba.

Con o senza, la legalizzazione si estende

Secondo Lindsey, il MORE Act proteggerebbe gli americani eliminando le restrizioni alla ricerca sulla cannabis e aprendo la strada a norme in materia di salute e sicurezza per i prodotti legali.

Avrebbe anche aperto la strada per l'approvazione al Congresso di fatture sulla cannabis più piccole ma importanti, come lo States Act e il Bank Security Act, ha detto.

Il SAFE Act proteggerebbe le banche e consentirebbe loro di servire le attività legate alla cannabis, senza essere sanzionato dai regolatori federali. Lindsey, che ha contribuito a mettere in atto disposizioni in Illinois per i richiedenti di equità sociale, afferma che il disegno di legge aumenterebbe le possibilità delle minoranze di partecipare e avere successo nel settore.

Se la legge statale diventasse legge federale, il governo non potrebbe più ostacolare gli stati che hanno già legalizzato.

Attualmente ci sono quattro stati, New Jersey, Arizona, Montana e South Dakota, che hanno approvato i voti sulla cannabis ricreativa nelle elezioni di novembre. Il Mississippi e il Nebraska hanno approvato i voti sulla cannabis medica.

leggere :  Aggiornamento sul nuovo test salivare in Francia

La legalizzazione della cannabis è più importante che mai, afferma Lindsey, poiché è vista come un vantaggio per gli stati e le città che hanno visto il loro gettito fiscale precipitare durante la pandemia.

Ad esempio, il Colorado, che ha registrato vendite record nel 2020, ha già raccolto oltre $ XNUMX milioni di entrate fiscali solo quest'anno.

Lindsey spiega che l'obiettivo finale dell'MPP è quello di vedere la legalizzazione federale negli Stati Uniti, ma la strategia a lungo termine dell'organizzazione è quella di continuare a operare negli stati e modificare le leggi locali al fine di fare pressione sui legislatori. da Washington.

Possibilità di riforma aumentare se il Senato passa

Sebbene il voto della Camera sulla legge MORE abbia generato un notevole entusiasmo, Lindsey afferma che è improbabile che il disegno di legge passi entrambe le camere del Congresso a meno che il Senato non diventi blu questo autunno. Il senatore Kamala Harris, il candidato alla vicepresidenza democratica, è lo sponsor principale della versione del disegno di legge alla Camera Alta.

Nel frattempo, il presidente Donald Trump si è apertamente opposto alla modifica delle leggi federali sull'erba. All'inizio di questo mese, ha anche suggerito che se i repubblicani volessero vincere le elezioni, dovrebbero evitare le votazioni sulla legalizzazione della cannabis.

Ma anche se il leader democratico Joe Biden vincesse alla Casa Bianca, aggiunge, ciò non aumenterà necessariamente le possibilità di approvazione del disegno di legge.

A giugno è stata svelata la campagna di Joe Biden un documento politico di vasta portata, che proponeva di riprogrammare la cannabis su base federale, legalizzare l'erba medica a livello federale e lasciare che gli Stati decidessero sull'uso ricreativo.

Le raccomandazioni sono state redatte dalle "task force di unità" di Biden, che la sua campagna ha istituito ad aprile in collaborazione con l'ex rivale democratico, il senatore Bernie Sanders.

Un'amministrazione Biden probabilmente non sosterrebbe il MORE Act, secondo Lindsey, il che significa che una Camera e un Senato controllati dai democratici avrebbero bisogno di una super maggioranza con due terzi del sostegno per annullare il veto presidenziale.

E poiché i membri del partito sono spesso riluttanti a costringere il loro leader a fare qualcosa che non vorrebbero, potrebbe creare un altro ostacolo per il conto.

Lindsey pensa che il disegno di legge è più probabile che incoraggi almeno un serio impegno tra i partiti su come sarà un buon sistema. Tuttavia, è riluttante a fornire previsioni su quando l'erba diventerà legale negli Stati Uniti.

"Non scommetterei ora - penso che sia un po 'presto", ha detto. “Non vuoi contare questi polli. "

La Camera probabilmente voterà ALTRO Atto la settimana del 21 settembre.


tag: leggeDivietoSenatUS
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.