close
Affari

Il numero 2 della birra nordamericana prevede un calo degli utili futuri

Molson Coors

Molson Coors: l'uso di cannabis potrebbe danneggiare i profitti dell'azienda

Il secondo più grande produttore di birra del Nord America avverte ancora una volta i suoi azionisti che l'ondata crescente di cannabis legale potrebbe avere un impatto negativo sui suoi profitti.

Molson Coors di Denver ha affermato che un calo del consumo dei suoi prodotti potrebbe influire negativamente sulla sua attività.

"Sebbene l'impatto finale sia attualmente sconosciuto, l'emergere della cannabis legale in alcuni stati degli Stati Uniti e in Canada potrebbe comportare uno spostamento del reddito discrezionale dai nostri prodotti o un cambiamento nelle preferenze dei consumatori sulla birra", ha affermato la società in un documento normativo con la US Securities and Exchange Commission il mese scorso.

Molson Coors sta lottando per competere in Canada, sebbene la società non abbia attribuito direttamente i recenti guai alla cannabis legale.

"Se il mercato canadese della birra continua a diminuire, l'impatto sui nostri risultati finanziari potrebbe essere esacerbato a causa della nostra ampia quota del mercato globale", ha osservato la società.
L'anno scorso, un gruppo commerciale canadese che rappresenta 50 produttori di birra ha espresso la preoccupazione che il mercato della marijuana ricreativa ridurrebbe i suoi profitti e ha invitato il governo del Canada ad aumentare le tasse sulla cannabis.

"Il potenziale di cannibalizzazione della birra da parte della cannabis legale (in Canada) è molto maggiore che negli Stati Uniti a causa delle nostre tasse sulla birra più elevate e dei prezzi elevati", ha detto la scorsa estate Luke Harford, presidente di Beer Canada, al Senato canadese.

leggere :  Per Seth Rogen, l'erba è come le scarpe o gli occhiali

Molson Coors è uno dei pochi produttori di alcol che investono nell'industria della cannabis.

Lo scorso ottobre, l'azienda Denver ha una joint venture con il licenziatario Quebec Hexo di sviluppare, produrre e bevande analcoliche mercato della cannabis in Canada una volta che questi prodotti saranno ammessi.

Molson Coors detiene il 57,5% della joint venture.

"Altri oneri per 22 milioni di dollari nel 2018 sono principalmente attribuibili ad oneri relativi a perdite non realizzate su warrant emessi in connessione con la costituzione della joint venture Truss", ha scritto la società nella sua dichiarazione.

Molson Coors ha anche affermato di detenere warrant fino al 4 ottobre 2021, consentendole di acquistare 11,5 milioni di azioni ordinarie Hexo per C $ 6 ($ 4,50) per azione.

“Il valore equo dei nostri warrant al 31 dicembre 2018 era di 19,6 milioni di dollari. "

Il Canada ha regolamenti sulla distribuzione di cannabis commestibili, estratti e prodotti topici entro la fine dell'anno.

leggere :  Lavori nel settore della cannabis in Canada

Molson Coors è quotata alla Borsa di New York (NYSE) con il simbolo TAP. Hexo commercia alla Borsa di Toronto e alla Borsa di New York sotto il nome di Hexo.

Fonte : Mjbizdaily

In relazione alla birra:

NOVITÀ A HEINEKEN LA GAMMA HI-FI HOPS

CORONA PRODUCING COMPANY INVESTS 4 MILIARDI DI DOLLARI NELLA CRESCITA DEL CANOPY

BIRRA INFUSO CON CANNABINOIDI

BIRRA MISTA PER LEGALIZZAZIONE


tag: AlcoolbirraCanadaUS
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.