close
storia

Ipotesi sull'origine geografica della pianta Cannabis sativa L

erba cinese del Tibet

Secondo un rapporto scientifico, è stata trovata la fonte originale della pianta di cannabis

Gli scienziati potrebbero aver appena scoperto da dove proviene la cannabis. Si sa da tempo che le piante di cannabis sono originarie dell'Asia centrale, ma un recente studio fornisce nuove informazioni su dove esattamente questo genere potrebbe essersi evoluto milioni di anni fa.

Documenti risalenti al Medioevo mostrano che l'uomo ha sempre speculato sull'origine geografica della cannabis. Da oltre mille anni, il famoso poliedrico Ibn Wahshiyya aveva suggerito l'India e forse la Cina già nel 930 d.C.

La scarsità di stampe fossili (impronte di foglie realizzate su altri oggetti) nei documenti storici ha reso difficile per la comunità di ricerca identificare qualcosa di più specifico dell'Asia centrale, nonostante la crescente popolarità cannabis attualmente in corso in molte aree della ricerca accademica e scientifica.

fossili, scienziato, polline, origine
Macrofossili identificati come cannabis

Studi sul polline fossile

"Nonostante un'abbondante letteratura emersa negli ultimi tre decenni, la classificazione della cannabis e il suo centro di origine è ancora oggetto di dibattito", spiega un team guidato dall'autore e ricercatore. medico John McPartland dell'Università del Vermont a un nuovo articolo.

Per superare la mancanza di fossili stampati, gli scienziati si sono rivolti ai pollini delle piante del genere delle Cannabaceae; questi pollini sono stati studiati per la prima volta negli anni 30 per aiutare a tracciare la lunga storia della pianta.

leggere :  Rivelazione: la canapa degli anni '1940 in immagini

Sono stati effettuati numerosi studi sul polline fossile, che hanno identificato vecchie registrazioni della pianta in Asia e altrove, soprattutto dove cresce meglio.

"La cannabis prospera nella steppa: un habitat aperto e senza alberi", scrivono i ricercatori.

In questo nuovo studio, McPartland e il suo team hanno setacciato 155 studi esistenti sui pollini fossili in Asia. Una delle difficoltà con i dati è che molti di questi studi raggruppano i grani di polline di cannabis con quelli delle piante del genere Humulus. Si assomigliano, dato che le due piante si sono discostate l'una dall'altra circa 28 milioni di anni fa.

fossili, scienziato, polline, origine
Artemisia annua

Per aggirare i problemi di identificazione, i ricercatori hanno utilizzato una tecnica statistica che coinvolge "approssimazioni ecologiche" in cui hanno differenziato probabilisticamente i pollini di altre piante comuni nella regione, comprese quelle appartenenti alla regione. genere Artemisia.

Il centro di origine e coltivazione precoce della cannabis in Asia si basa su una sintesi di polline subfossile e studi archeobotanici

Sulla base delle prove che abbiamo, i risultati suggeriscono quale sia l'origine geografica più probabile della cannabis, sebbene questa sia un'ipotesi che potrebbe essere impossibile da dimostrare.

"Abbiamo colmato l'intervallo di tempo tra la data di divergenza e il polline più antico mappando la prima comparsa di Artemisia", ha scritto il team. I ricercatori non hanno trovato polline da canapa risalente a 28 milioni di anni fa, ma hanno trovato polline di 28 milioni di anni faArtemisia.

"Questi dati convergono sull'altopiano tibetano nord-orientale che deduciamo come centro di origine della cannabis, nelle vicinanze del lago Qinghai a circa 3700 metri sul livello del mare". Il team ritiene che la cannabis si diffuse verso ovest, raggiungendo la Russia e l'Europa circa 6 milioni di anni fa, e verso est, raggiungendo la Cina orientale 1,2 milioni di anni fa.

leggere :  Stato di Manipur in India per legalizzare la cannabis per scopi medici e industriali

Questo si concilia con la prima comunità steppica che si è evoluta in Asia. Da lì, la cannabis si è dispersa prima a ovest (Europa) e poi a est (Cina). Il polline di cannabis in India è apparso 32000 anni fa. I primi resti archeologici sono stati trovati a Giappone, 10000 prima di Cristo, seguito da Cina.

fossili, scienziato, polline, origine
Lago Qinghai.

Questa diffusione ha reso varie piante di cannabis prontamente disponibili per la coltivazione umana in tutta l'Eurasia. Non c'è da stupirsi che abbiamo capito rapidamente le varie proprietà di canapa : farmaci psicotropi alle fibre per corde e vestiti.

Palinologia e sistemi energetici fossili

La scienza che studia i palinomorfi fossili è la paléopalynologie. I biogeografi attribuiscono il centro di origine della cannabis all '"Asia centrale", principalmente sulla base dei dati sulla distribuzione delle piante selvatiche. Molti sistemi di combustibili fossili assegnano polline di cannabis o luppolo (CH) a nomi collettivi (Cannabis / Humulus o Cannabaceae).

Le curve polliniche CH che si sono sviluppate insieme al polline delle colture sono state identificate come canapa coltivata. Anche i semi sub-fossili (frutti) nei siti archeologici fungevano da prova di cultura.

Utilizzando un modello statistico, gli autori dello studio hanno stimato che milioni di anni dopo, l'assemblaggio di impianti in questa posizione (inclusi Artemisia) era associato con canapa , era probabile che il canapa era presente anche in questo ecosistema di alta quota.


tag: AsiaIndiasativa
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.