close
THC

In che modo la cannabis ti fa sballare?

Effetto della cannabis: come funzionano le proprietà psicoattive?

Com'è possibile che una pianta emersa su quello che oggi è l'altopiano tibetano possa cambiare la percezione della realtà da parte dell'uomo? Il segreto sta in una classe di composti chiamati cannabinoidi. Sebbene le piante di cannabis siano note per produrre almeno 140 tipi di cannabinoidi, ce n'è uno che è in gran parte responsabile di molti degli effetti di alta sensazione. Questo è tetraidrocannabinolo o THC.

Hai mai guardato le tue mani? ma davvero guardato le tue mani? Potresti pensare di sì, ma le persone che sono sotto l'influenza della cannabis possono percepire gli oggetti banali come molto più affascinanti del solito.

Quando una persona fuma o inala cannabis, il THC "entra nei polmoni e viene assorbito nel sangue", secondo Daniele Piomelli, professore di anatomia e neurobiologia, chimica biologica e farmacologia presso la School of Medicine ". Irvine dell'Università della California . Il cibo impiega un po 'più di tempo a passare attraverso il fegato, dove gli enzimi trasformano il THC in un composto diverso che impiega un po' più di tempo per avere un effetto su come le persone percepiscono la realtà.

Il THC che viene inalato "raggiunge livelli abbastanza alti abbastanza rapidamente", ha detto Piomelli Scienza dal vivo. Entro 20 minuti, il sistema circolatorio trasporta le molecole di THC a tutti i tessuti del corpo, compreso il cervello, dove può alterare la chimica neurale.

"Dai polmoni, è un colpo piuttosto diretto al cervello", ha detto Kelly Drew, professore di chimica e biochimica presso l'Università dell'Alaska Fairbanks.

Le molecole di THC che attraversano la barriera emato-encefalica si integrano perfettamente con i recettori che di solito ricevono composti chiamati endocannabinoidi, che il corpo produce da solo. Questi recettori fanno parte del sistema endocannabinoide, che è coinvolto in diverse funzioni tra cui stress, dieta, metabolismo e dolore, secondo Piomelli, che dirige anche il Centro di studio dell'Università della cannabis. Irvine.

Il neurone all'estremità del recettore della sinapsi è chiamato neurone postsinapticoe "decide se sparare in base all'input che riceve", ha detto a WordsSideKick.com Drew (professore di chimica e biochimica presso l'Università dell'Alaska a Fairbanks). Questi segnali neurali vengono messi in cascata attraverso complessi circuiti di connessioni neurali che operano su vasta scala; ci sono circa 85 miliardi di neuroni nel cervello e fino a 100 trilioni di connessioni tra di loro.

Le neurone presinaptico invia neurotrasmettitori attraverso la sinapsi al neurone postsinaptico, ha detto Piomelli. Ma anche il neurone presinaptico può ricevere informazioni. Quando un neurone postsinaptico si è attivato, può inviare un messaggio attraverso la sinapsi che dice "il neurone da cui provengo è stato attivato", smetti di inviare neurotrasmettitori, ha detto Piomelli. Invia questo messaggio di "arresto" sotto forma di endocannabinoidi che si legano a un recettore chiamato cannabinoide 1 (CB1).

sensazione, psicoattivo, thc, effetto psicoattivo
In questa illustrazione 3D di una cellula cerebrale, puoi vedere il neurone presinaptico (in alto), il neurone postsinaptico (in basso) e lo spazio noto come sinapsi che esiste tra di loro.

"Come il martello di un fabbro"

leggere :  La declassificazione della cannabis contro l'Alzheimer

Quando il THC entra nel cervello, le molecole si diffondono nelle sinapsi dove "attivano i recettori CB1", ha detto Drew. Il THC non suscita la risposta più estrema possibile come alcuni cannabinoidi sintetici come il K2 o la spezia, ma "alza il volume" e aumenta la probabilità che il neurone presinaptico che colpisce smetta temporaneamente di inviare neurotrasmettitori., Ha detto.

"L'alto è un fenomeno molto semplice", ha detto Piomelli. "Il THC arriva come una massa", inondando il sistema endocannabinoide di segnali che i neuroni postsinaptici non hanno inviato. Quando ai neuroni presinaptici nel cervello viene detto di smettere di inviare neurotrasmettitori, cambia il normale flusso di informazioni tra i neuroni e si traduce in uno sballo.

Gli scienziati, tuttavia, devono ancora decifrare esattamente cosa sta succedendo durante questa euforia.

In parte il motivo è che le restrizioni legali degli Stati Uniti rendono difficile studiare la cannabis. Ma da quello che i ricercatori hanno raccolto finora, il THC sembra "scollegare" temporaneamente la rete in modalità predefinita. È la rete del cervello che ci permette di sognare e pensare al passato e al futuro. Quando il nostro cervello è concentrato su un compito specifico, mettiamo quella rete nel dimenticatoio per lasciare che la nostra funzione esecutiva prenda il controllo.

È stato dimostrato che il THC ha un effetto significativo sulla rete neurale, ma i ricercatori non sono sicuri esattamente di come ciò avvenga. Ci sono recettori cannabinoidi in tutto il cervello, comprese "le aree che sono i nodi chiave della [rete in modalità predefinita]", ha detto Piomelli. È possibile che il THC "spenga la [rete in modalità predefinita] combinandosi con questi recettori", ma è anche possibile che il THC interrompa la rete per un "effetto indiretto che coinvolge i recettori dei cannabinoidi in altre regioni del cervello" .

Gli scienziati stanno ancora lavorando per trovare i meccanismi che fanno sentire una persona su di giri, ma c'è motivo di credere che questo effetto sulla rete in modalità predefinita sia un pezzo importante del puzzle.

leggere :  Un anti-infiammatorio e molto più al servizio degli atleti

Scollegare la rete in modalità predefinita "ci porta in uno stato mentale in cui la funzione delle cose che sperimentiamo è meno importante delle cose stesse: le nostre mani non sono più solo qualcosa che usiamo per toccare o afferrare, ma qualcosa. Qualcosa che ha un esistenza interiore e valore intrinseco ”, ha affermato Piomelli. Gli psichedelici, come l'LSD o i funghi secchi contenenti psilocibina, fanno lo stesso.

Tuttavia, le persone possono sperimentare gli sballi in modi diversi. La sensazione di essere affascinati e "connessi" alle cose ordinarie, alle cose che vediamo e consumiamo ogni giorno, non è universale ma si verifica, soprattutto quando si usano alte dosi di cannabis contenenti THC ”, ha detto Piomelli.

Il THC non influisce solo sulla rete in modalità predefinita. Può anche, a breve termine, inondare il cervello di dopamina, il segnale di ricompensa del cervello, secondo uno studio del 2017 pubblicato sulla rivista Nature. (A lungo termine, potrebbe ridurre gli effetti della dopamina, lo studio ha scoperto.) Ciò potrebbe in parte spiegare l'euforia associata a un consumo elevato e mettere la cannabis accanto ad altre droghe che le persone usano per provare piacere.

"Qualsiasi farmaco che ha proprietà gratificanti influisce su questo sistema", ha detto Drew.

Effetto collaterale

Gli effetti di uno "sballo" prodotto dalla cannabis fumata o inalata di solito durano poche ore, anche se ci vuole quasi lo stesso tempo prima che gli effetti inizino a farsi sentire. E sebbene la cannabis non sia la sostanza pericolosa ad essa attribuita nel ventesimo secolo, il suo consumo comporta alcuni rischi. Da un lato, mentre la cannabis è legale per uso ricreativo e medico in alcuni stati, è ancora illegale in molte parti del paese.

È anche importante tenere presente che la cannabis è una potente sostanza farmacologica. La cannabis può attraversare la placenta, motivo per cui le donne incinte dovrebbero evitarlo. E "il bere pesante durante l'adolescenza può essere problematico", ha detto Piomelli. Ad esempio, la cannabis, e in particolare i cannabinoidi sintetici come le spezie, possono esacerbare la psicosi. "Le persone a rischio non dovrebbero fumarlo", ha detto Drew.

Infine, la cannabis influisce sulla capacità di guidare, soprattutto tra i consumatori occasionali. Il signor Drew ha avvertito che le persone non dovrebbero guidare per tre ore dopo aver fumato.

Il THC alla fine lascerà il cervello; la profusione di sangue che ha portato il THC al cervello lo trasporterà al fegato, dove verrà distrutto ed espulso con le urine. E non ci crederai, ma le tue mani erano sempre le stesse.

tag: NeuroscienzepsicoattivaSistema endocannabinoide
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.