close
storia

La cannabis per le donne esiste dal periodo vittoriano

cannabis regina vittoria

I crampi della regina Vittoria e la storia della marijuana medicinale in Europa

La Giornata internazionale della donna di questa settimana è una grande opportunità per ricordare come la cannabis ha aiutato le donne nel corso della storia umana ad affrontare condizioni mediche legate alla fisionomia femminile. La cannabis aiuta milioni di persone in tutto il mondo, ma anche specificamente per le donne, e non solo oggi.

I documenti che sposano i benefici medici della marijuana sono apparsi per la prima volta nel 2900 a.C. Cina, ma la cannabis medicinale in Europa è in debito con un irlandese dalle prestazioni eccessive. Nato nel 1809, il Dr William Brooke O'Shaughnessy ha inventato un trattamento moderno per il colera, installato il primo sistema telegrafico in Asia, ha contribuito alle invenzioni nell'ingegneria subacquea e in effetti ha aperto la strada all'uso della cannabis medica in Europa. Ispirato dall'uso della cannabis nella medicina ayurvedica e persiana, O'Shaughnessy ha condotto i primi studi clinici sulla marijuana, trattando reumatismi, idrofobia, colera, tetano e convulsioni.

Questo è uno degli episodi più affascinanti nella storia della marijuana medica: la regina Vittoria, simbolo di modestia e conservatorismo (sebbene non meriti questa reputazione), potrebbe aver ricevuto cannabis per alleviare i crampi mestruali. Il suo medico privato, e la fonte della cannabis, era Sir J. Russell Reynolds, che scrisse nel 1890 che "quando pura e somministrata con cura, [la cannabis] è una delle medicine più preziose che possediamo".

Si ritiene che non si stesse accendendo, tuttavia: Reynolds, a quanto pare, prescrisse le sue tinture di cannabis, concentrazioni liquide del farmaco che erano il mezzo più comune del farmaco da somministrare (e molte altre cose) all'epoca. Le tinture di cannabis stanno attualmente vivendo una rinascita nei centri di cannabis medica e negli stati in cui la marijuana è legale. Sono somministrati per mezzo di un contagocce sotto la lingua e ne basta una piccola quantità per sentire gli effetti. Possiamo solo sperare che questo abbia aiutato Victoria a superare le sue difficoltà.

Regina Vittoria
Regina Vittoria

Crampi mestruali della regina Vittoria

La regina Vittoria è senza dubbio la figura più rappresentativa dello spirito del XIX secolo. In effetti il ​​suo regno durò più di 19 anni dal 63 al 1837, un record di longevità per un monarca britannico che solo l'attuale regina, Elisabetta II, ha superato. Infatti fino ad oggi, la seconda metà del XIX secolo è conosciuta come l '"epoca vittoriana".

leggere :  I tamponi CBD sono efficaci nell'alleviare il dolore mestruale?

L'ironia della storia è che questa regina, il cui nome è diventato piuttosto sinonimo di conservatorismo e modestia puritani, era in realtà una donna indipendente che, contrariamente ai codici delle famiglie aristocratiche europee, si sposò per amore con il principe Alberto e un'ottima vita. Insieme hanno dato alla luce 9 figli e hanno vissuto in perfetta armonia fino alla morte di Albert.

Dalle cartelle cliniche e storiche della regina Vittoria, sappiamo che soffriva di crampi mestruali, particolarmente gravi. Questo è il motivo per cui a volte è stata costretta a rimandare o allontanarsi da certi eventi ufficiali.

Inoltre, ad un certo punto, i suoi dolori hanno cessato di farla soffrire, sebbene non ci sia una conferma storica inequivocabile e assoluta di questo fatto, l'ipotesi considerata come la più probabile, è che questo sollievo sarebbe arrivato a causa del suo uso di cannabis.

La ragione per cui probabilmente c'è più di un accenno di verità in questa ipotesi ha più a che fare con l'identità del suo medico personale Sir John Russell Reynolds, piuttosto che con la proliferazione di voci e pettegolezzi dell'epoca.

Analgesico e lenitivo

Reynolds, che, come molti studiosi britannici dell'epoca, trascorreva il suo tempo in India. Di conseguenza, è stato esposto alla pianta di cannabis e in particolare ai suoi usi nella medicina popolare in Oriente. Reynolds ha studiato la pianta per 30 anni ed era molto entusiasta del suo pieno potenziale e di tutti i suoi usi in campo medico. Tra l'altro ha dichiarato che "la pianta è efficace nei casi di crampi muscolari e crampi mestruali". È quindi logico pensare che il suo paziente più importante e famoso, che soffriva di questo problema, avrebbe potuto beneficiare di questo farmaco.

leggere :  Aurora Cannabis chiude alcuni uffici europei e licenzia il personale

Ciò che Reynolds ha scoperto nel 19 ° secolo è ancora rilevante oggi ed è confermato da molti ricercatori oggi. Ad esempio, Kim Lam un ricercatore che lavora nella rete della clinica Apollo conferma che in caso di mestruazioni accompagnate da crampi e dolore, la componente CBD della cannabis aiuta a rilassare i muscoli e alleviare il dolore e che la componente THC ha un effetto sinergico che amplifica l'effetto del CBD.

la regina vittoria fuma uno spinello
La regina Vittoria, che governò l'impero britannico dal 1837 al 1901, fu il monarca regnante più longevo in Inghilterra. Il team medico di Victoria le stava prescrivendo marijuana per i suoi dolori mestruali. È diventata la prima paziente con marijuana medica conosciuta al mondo.

Nascita naturale in stile faraonico

La prima prova che conosciamo dell'uso della cannabis nel contesto della gravidanza e del parto proviene da un papiro egiziano del secondo millennio d.C. Questo papiro tratta delle pratiche mediche prevalenti nell'Egitto faraonico e dove viene descritto che la cannabis è una droga che aiuta ad alleviare il dolore del parto.

Nel VI secolo a.C., sotto l'Impero Romano, un uso simile della cannabis fu visto tra l'élite delle donne romane, fino al crollo dell'impero nel VI secolo d.C.

Quasi tutto ciò che sappiamo sulla cannabis medica supporta l'ipotesi che anche per la donna moderna, la cannabis medica possa alleviare i dolori del travaglio, anche se oggi non è un'indicazione raccomandata.

Nessun medico della medicina occidentale oggi prescriverebbe cannabis terapeutica a una donna incinta. Ma si nota che in molte culture in tutto il mondo e nel corso della storia, dall'inizio del 19 ° secolo, come spiegato nell'articolo, la cannabis è stata utilizzata e considerata un modo accettabile per trattare i sintomi della gravidanza, come la nausea.


tag: Il sollievo dal doloreEuropa
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.