close
legale

Rapporto: La cannabis è la sesta coltura più redditizia negli Stati Uniti

È giunto il momento del raccolto, ma i coltivatori di cannabis americani non sono necessariamente contenti dei risultati

Sebbene la cannabis sia diventata la sesta coltura più preziosa negli Stati Uniti, lo stato illegale della pianta a livello federale non protegge gli agricoltori del settore e influisce sul valore della produzione all'ingrosso.

Le seconda relazione annuale rapporto pubblicato dal mercato della cannabis e dalla risorsa di informazioni Leafly ha scoperto che i coltivatori di cannabis per uso adulto hanno coltivato circa 2 tonnellate di cannabis per uso adulto in 834 stati legali di cannabis nel 15.

Rispetto all'anno precedente, i coltivatori di cannabis sono cresciuti di 554 (24%) tonnellate in più nel 2022, ma il valore del raccolto è diminuito di circa 1 miliardo di dollari a causa della riduzione dei prezzi legali della cannabis.

Il rapporto del 2022 stima che la cannabis coltivata negli Stati Uniti valga 5 miliardi di dollari all'anno, mentre il valore della coltivazione legale di cannabis in America si è classificato al quinto posto a livello nazionale nel 2021.

 "Solo mais, soia, fieno, grano e cotone portano più soldi sulle vendite all'ingrosso", si legge nel rapporto.

I dati di Leafly sono limitati solo alla produzione di cannabis per uso adulto raccolta da 13297 coltivazioni di cannabis legali attive in 15 stati legali di cannabis. Non tengono quindi conto della coltivazione della cannabis terapeutica e della coltivazione praticata da operatori illegali.

Il rapporto mira a colmare un vuoto nelle autorità federali e statali nella valutazione del valore della filiera della cannabis per adulti. In effetti, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) non tiene traccia della produzione di cannabis per uso adulto perché la coltivazione per uso ricreativo è ancora illegale a livello federale ai sensi dell'Allegato I del Substances Act. controllato. Ma anche alcuni stati in cui la cannabis è legale non raccolgono ancora informazioni sulla coltivazione di cannabis per uso adulto.

“Il governo federale non è il solo a ignorare il valore del raccolto. Molti stati legali non riescono ancora a catturare queste importanti informazioni", si legge nel rapporto.

Ecco perché Leafly ha collaborato con la società di consulenza, economia e dati incentrata sul business della cannabis e della canapa Whitney Economics per raccogliere dati, condurre interviste e analizzare i prezzi all'ingrosso e le categorie di prodotti.

leggere :  Il fumo di cannabis terapeutico è ora legale in Florida

Leafly crede che la cannabis sia la coltura numero uno in Alaska, Massachusetts e India. Leafly stima che la cannabis sia la coltura principale in Alaska, Massachusetts e New Jersey, ma il rapporto sottolinea che le autorità di regolamentazione non pubblicano i totali di produzione in due di quegli stati.

Oggi, 19 stati degli Stati Uniti e il Distretto di Columbia hanno legalizzato l'uso di cannabis da parte degli adulti. In 15 stati, la legalizzazione è pienamente operativa e la cannabis può essere venduta con una licenza statale, mentre i restanti stati in cui la cannabis è legale stanno applicando i regolamenti per iniziare le vendite.

L'illegalità della cannabis per adulti a livello federale influisce sulla capacità dei coltivatori di cannabis di svolgere le funzioni più basilari di un'azienda, come possedere un conto bancario, ottenere un'assicurazione sul raccolto e ottenere prestiti.

Poiché i coltivatori non possono vendere i loro raccolti direttamente ai consumatori e non hanno abbastanza punti vendita legali per la loro produzione, i prezzi all'ingrosso della cannabis per libbra sono diminuiti nonostante l'aumento dell'inflazione nella maggior parte dei prodotti e servizi nel paese.

leggere :  La Colombia dà impulso alla nascente industria della cannabis revocando il divieto di esportazione di fiori secchi

Ad esempio, gli agricoltori della California hanno aumentato la loro produzione di 63 tonnellate sul lato legale, ma il valore del raccolto di cannabis è sceso dal 5° all'8° posto nello stato a causa di questi cali di prezzo.

"Il chilo medio non tagliato e secco avrebbe potuto valere $ 786 all'ingrosso nell'agosto 2022, ma il singolo chilo all'aperto ha raggiunto prezzi a partire da $ 100", si legge nel rapporto.

Inoltre, la situazione dei coltivatori di cannabis è stata aggravata anche dalla scelta dei comuni locali di non consentire la vendita legale di cannabis, "creando così zone di protezione economica per i venditori di cannabis illegali e senza licenza" a scapito degli operatori legali.

Nel complesso, il rapporto mostra uno scenario in cui i coltivatori di cannabis negli Stati Uniti occidentali hanno coltivato troppa cannabis nell'ultimo anno, mentre quelli del Midwest e dell'Est non sono cresciuti abbastanza per soddisfare la domanda nella loro regione.

Di conseguenza, gli agricoltori occidentali non hanno abbastanza domanda per vendere i loro raccolti, mentre i clienti del Midwest e della costa orientale pagano più del dovuto per i prodotti a base di cannabis.

Inoltre, il fatto che lo status illegale della cannabis a livello federale vieti agli agricoltori di vendere cannabis per adulti attraverso le linee interstatali ha implicazioni per i prezzi della cannabis.


tag: MarijuanastatistiqueUS
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.