close
salute

Vape: il contaminante presente nei prodotti di svapo negli Stati Uniti è associato a malattie polmonari

I test mostrano che il contaminante trovato nei prodotti di svapo a base di cannabis è associato a malattie polmonari

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie e la FDA statunitense lavorano XNUMX ore su XNUMX per indagare sui casi di gravi malattie respiratorie associate all'uso di prodotti per sigarette elettroniche. La scorsa settimana abbiamo appreso della morte di un adulto in Illinois che era stato ricoverato in ospedale per gravi malattie respiratorie a seguito dell'uso di un prodotto per sigaretta elettronica. Funzionari sanitari e federali che hanno indagato su misteriose malattie polmonari legate allo svapo hanno trovato la stessa sostanza chimica in campioni di prodotti contenenti cannabis utilizzati da persone malate in diverse parti del paese che hanno utilizzato diverse marche di prodotti nelle ultime settimane.

La sostanza chimica è un olio derivato dalla vitamina E. I ricercatori della Food and Drug Administration degli Stati Uniti hanno scoperto che l'olio di cannabis nei prodotti a base di cannabis si trova in campioni prelevati da pazienti che si sono ammalati negli Stati Uniti. Unito. I funzionari della FDA hanno condiviso queste informazioni con i funzionari sanitari statali durante un briefing telefonico questa settimana, secondo diversi funzionari che hanno preso parte alla chiamata.

Questa stessa sostanza chimica è stata trovata anche in quasi tutti i campioni di cannabis da pazienti che si sono ammalati a New York City nelle ultime settimane, ha detto una portavoce del dipartimento della salute dello stato.

Sebbene questo sia il primo elemento comune trovato nei campioni di tutto il paese, i funzionari sanitari hanno detto che era troppo presto per sapere se stesse causando questi tipi di infezioni polmonari.

La vitamina E è presente anche in alcuni alimenti come mandorle, olive, olio di canola o jojoba. L'olio derivato dalla vitamina, noto come vitamina E acetato, è comunemente disponibile come integratore alimentare e viene utilizzato nei trattamenti topici della pelle. Non è noto per essere dannoso se ingerito come integratore vitaminico o applicato sulla pelle. Il suo nome sembra innocuo, hanno detto gli esperti, ma la sua struttura molecolare potrebbe renderlo pericoloso se inalato. Le sue proprietà simili all'olio potrebbero essere associate ai tipi di sintomi respiratori riportati da molti pazienti: tosse, mancanza di respiro e dolore al petto, hanno detto i funzionari.

"Avevamo appreso da precedenti studi a New York che avevano trovato acetato di vitamina E, ma il fatto che la FDA ne parlasse come parte del loro piano di test generale è stata la cosa più notevole che abbiamo fatto. sentito ", ha detto un funzionario che ha ascoltato il briefing. non era autorizzato a parlare in pubblico.

La FDA ha anche detto alle autorità nazionali mercoledì che i suoi test di laboratorio non avevano riscontrato anomalie nei prodotti alla nicotina raccolti da pazienti malati, secondo un'altra persona che ha preso parte all'appello.

L'indagine è stata particolarmente difficile per le autorità sanitarie. "Non sappiamo cosa stiamo cercando", un funzionario dei Centers for Disease Control and Prevention, che dirige ilindagine , ha detto la scorsa settimana.

I funzionari stanno cercando di elaborare una definizione coerente della malattia e un sistema standardizzato per la raccolta di informazioni dagli stati. A differenza di alcune malattie infettive, come il morbillo, che devono essere segnalate alle autorità federali, gli Stati non sono tenuti a segnalare possibili casi di malattie correlate agli spray ai Centers for Disease Control and Prevention, che conduce il indagine.

svapo, malattie polmonari, svapo

I dipartimenti sanitari statali segnalano nuovi casi ogni settimana. Al 27 agosto, c'erano 215 casi possibili segnalati da 25 stati. Ulteriori rapporti di malattia polmonare sono in fase di studio, secondo i funzionari del CDC.

leggere :  Il freno dichiarato contro il diabete

mercoledì Le autorità sanitarie dell'Oregon lo hanno fatto ha dichiarato la morte di un giovane adulto a seguito di a grave malattia respiratoria, aveva usato una sigaretta elettronica contenente olio di cannabis acquistato da un dispensario legale. È la seconda morte correlata allo svapo a livello nazionale e la prima ad essere collegata a un prodotto acquistato in negozio. I funzionari dell'Illinois hanno segnalato la prima morte la scorsa settimana. Non hanno specificato quale tipo di prodotto è stato utilizzato in questo caso.

I funzionari sanitari hanno indicato che si stanno concentrando sul ruolo dei contaminanti o delle sostanze contraffatte come probabile causa di malattie polmonari legate allo svapo. Molti pazienti hanno detto a funzionari e medici di aver acquistato prodotti a base di cannabis per strada. Molti di coloro che si sono ammalati hanno affermato di aver vaporizzato prodotti contenenti marijuana, ma altri hanno affermato di aver utilizzato le tradizionali sigarette elettroniche alla nicotina. Alcuni dicono che usano entrambi. Le autorità hanno affermato di non escludere adulteranti nei prodotti per lo svapo di nicotina.

Sebbene la FDA abbia scoperto una sostanza chimica comune nei test di laboratorio e il noto Wadsworth Center di New York offra una potenziale traccia, i funzionari hanno avvertito che sono ben lungi dal comprendere ciò che rende le persone così malate. .

Un portavoce della FDA ha detto che l'agenzia "sta cercando potenziali contatti per quanto riguarda qualsiasi componente o componente coinvolto". La FDA analizza i campioni per un'ampia gamma di sostanze chimiche tra cui nicotina, THC, altri cannabinoidi, "agenti da taglio" che possono essere utilizzati per diluire liquidi, altri additivi, pesticidi, oppioidi, veleni e tossine. Il THC è il componente della marijuana che fa sballare i consumatori.

"Il numero di campioni ricevuti continua ad aumentare e ora abbiamo oltre 100 campioni da testare", ha detto giovedì il portavoce della FDA Michael Felberbaum.

"Nessuna sostanza, inclusa la vitamina E acetato, è stata identificata in tutti i campioni testati", ha aggiunto. “È importante notare che l'identificazione dei composti presenti nei campioni sarà un pezzo del puzzle, ma non risponderà necessariamente a domande sulla causalità. "

Non tutti i campioni sono adatti per il test. La FDA ha analizzato 12 campioni di nicotina praticabili e 18 prodotti di THC vitali, hanno detto funzionari statali. La vitamina E acetato è stata trovata in 10 dei 18 prodotti THC.

"Questa è l'unica cosa che sembra comparire nei prodotti di cannabis 10 di 18", ha detto un funzionario statale che ha preso parte all'appello.

I risultati del laboratorio federale sembrano confermare i risultati dello Stato di New York. Alla fine della scorsa settimana, il suo laboratorio ha rilevato "livelli molto alti di vitamina E acetato in quasi tutti i campioni" testati. Sono stati testati più di una dozzina di campioni, ha detto giovedì un portavoce del dipartimento della salute. Almeno un prodotto contenente vitamina E acetato è stato collegato a ogni paziente che ha avuto un prodotto testato, ha detto il dipartimento.

leggere :  Cannabis VS Tobacco: qual è il peggiore per i tuoi polmoni

“La vitamina E acetato non è un additivo approvato per lo svapo di campioni autorizzati dal Programma di cannabis medica dello Stato di New York e non è stato osservato nei prodotti alla nicotina testati. Di conseguenza, la vitamina E acetato è ora una parte fondamentale "dell'indagine, ha dichiarato giovedì il commissario per la salute dello Stato di New York Howard Zucker in una dichiarazione.

Fino a giovedì, 34 medici a New York avevano segnalato casi di grave malattia polmonare in pazienti di età compresa tra 15 e 46 anni che avevano utilizzato almeno un vaporizzatore contenente cannabis prima di ammalarsi. Tutti i pazienti hanno segnalato l'uso recente di vari prodotti anti-vapore, hanno detto i funzionari. Si ritiene che molti siano prodotti contraffatti per lo svapo ricreativo contenenti cannabis disponibili in altri stati.

Il secondo rapporto di morte ha evidenziato il pericolo di questa malattia polmonare. "È stato sorprendente che il paziente è apparso improvvisamente senza alcun altro problema di salute sottostante e si è ammalato abbastanza da morire di questa sindrome", ha detto Ann Thomas, un medico con la Oregon Health Authority.


Vape si riferisce alla pratica sempre più diffusa di inalare vapori da un dispositivo per sigaretta elettronica, che spesso comporta il riscaldamento di un liquido che può contenere nicotina, marijuana o altri farmaci.

La vitamina E acetato è fondamentalmente grassa, ha detto Michelle Francl, professore di chimica al Bryn Mawr College. La sua struttura molecolare significa che devi "riscaldarlo abbastanza caldo" perché vaporizzi. Il suo punto di ebollizione è di 363 gradi Fahrenheit, che è molto più alto del punto di ebollizione di 212 gradi F di acqua e quasi quattro volte superiore alla normale temperatura corporea.

Una volta che l'olio è abbastanza riscaldato da vaporizzare, può potenzialmente rompersi e "ora stai respirando chissà cosa", ha detto Francl.

Quando questo vapore si raffredda nei polmoni, ritorna al suo stato originale a quella temperatura e pressione, il che significa che "ora ha rivestito l'interno dei tuoi polmoni con questo olio", ha dichiarato.

Nello Utah, i medici hanno trattato diversi pazienti con danno polmonare acuto a cui è stata diagnosticata una rara condizione chiamata polmonite lipoide, accompagnata da sintomi tra cui dolore toracico e difficoltà respiratorie. Questi pazienti avevano cellule immunitarie anormali piene di lipidi, hanno detto i medici.

A differenza del tratto digestivo umano, che può degradare e sbarazzarsi di sostanze estranee, i polmoni non sono progettati per trattare nient'altro che gas, hanno detto gli esperti.

Laura Crotty Alexander, ricercatrice su infiammazione polmonare e sigarette elettroniche presso l'Università della California, San Diego School of Medicine, ha spiegato che non è così ovvio quale sostanza chimica siano i suoi sottoprodotti. così tossico.

"Non abbiamo esaminato la tossicità della vitamina E nei polmoni", ha detto. “I polmoni sono progettati per scambiare molecole di gas; non sono progettati per essere esposti ad altri prodotti chimici. " 

Quando le cellule polmonari muoiono, spesso provoca una risposta infiammatoria e "altre cellule devono entrare e ripulire i detriti cellulari", ha detto Alexander. Ma i polmoni sono molto delicati. Quando altre cellule entrano nella stanza, "interferiscono con lo scambio di gas", ha detto. Ciò rende più difficile far entrare l'ossigeno nel sangue di una persona. L'infiammazione può causare l'accumulo di liquido nei polmoni, rendendo difficile la respirazione di qualcuno, ha spiegato.


tag: Sigaretta elettronicaFDAmalattianicotinasinteticoUSvaporizzazione
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.