close
THC

Come sono realizzati i diamanti THC e perché sono così forti?

Il "diamante", o concentrato di THCA, è l'ultimo potere, credito: Jared Priset

Estrazione del diamante THCA

Se non hai sentito parlare del diamante THCA, non sentirti escluso. Per ora, questo concentrato di cannabis relativamente nuovo sembra raro quanto la sua controparte gemmologica.

Il diamante ha iniziato ad apparire sul mercato medico in Arizona intorno alla metà del 2017. Solo tre laboratori producono il "super concentrato": Tru | med, Item 9 e laboratori MPX.

Il THCA è l'acido THC. È un precursore del THC a volte utilizzato in topici e altre forme concentrate e non produce gli stessi effetti psicoattivi del THC. Questi atomi extra acidi significano che il THCA non ha le proprietà psicoattive che i consumatori si aspettano quando prendono il THC, a meno che non sia attivato dal calore. Questo processo è noto come decarbossilazione. La cannabis non inizia a produrre THC fino al suo THCA è esposto al calore, come la luce del sole o la fiamma di un accendino.

L'idea alla base del concentrato di THCA puro è che offre ai pazienti la capacità di inalare THC quasi puro. La maggior parte dei concentrati, come l'olio per vaporizzatori dabber o spray, oscillare tra il 70 e il 90% di THC.

Molti pazienti possono consumare il diamante da soli; molti scelgono di aggiungerlo a blunt o in una ciotola. Il direttore del Drip Oil Laboratory Jared Priset ha detto che era un ingrediente principale di "Moonrock". I pazienti possono personalizzare le molecole che consumano con maggiore precisione.

Il diamante ha fatto la sua prima apparizione alla High Times Cup 2015 in California. Ci sono voluti alcuni mesi di tentativi ed errori per Jared Priset per comporre il processo che avrebbe prodotto abbastanza cristalli puri.

Piacevoli da guardare, i diamanti forniscono THC puro e funzionano senza altre sostanze dirompenti. Certo, questi non sono diamanti che possiamo indossare come gioielli, ma il loro prezzo è equivalente, intorno ai 170 euro al grammo. Ne vale la pena: il nuovo diamante THCA è raffinato dall'olio di cannabis estratto. I cristalli sviluppano il loro effetto solo se riscaldati correttamente.

Black Diamond THCA di Tru | med ha vinto il secondo posto al Coppa Errl.

leggere :  Qual è il liquido E in Marijane?

Guida dettagliata al processo di ricristallizzazione secondo Ed Rosenthal

È soprattutto chimica organica di base, in questo caso un processo chiamato "ricristallizzazione". Ci sono molti altri nomi, i due principali sono " Estrazione del diamante "E" Jar Tech ", che si riferiscono rispettivamente al prodotto finale e ad una tecnica per realizzarlo.

L'estrazione dei diamanti mira a incoraggiare la separazione dei cannabinoidi dai terpeni. Il prodotto finale può essere incredibilmente saporito e potente, e anche molti hobbisti che preferiscono la Live Resin lo preferiscono cristallizzazione della “salsa terpenica”. I trucioli di resina viva hanno una concentrazione di terpene più elevata rispetto alla resina indurita, che tende ad essere più sensibile alla nucleazione, creando zucchero o gemma di terp dopo il condizionamento. Questo è già stato visto come un handicap, in quanto compromette la stabilità che i consumatori stanno cercando in un buon prodotto rotto. Ora che molti consumatori di cannabis preferiscono la consistenza dello zucchero, gli estrattori pre-cristallizzano il loro BHO.

diamant
Un singolo diamante THC-A cristallizzato da un lotto di resina viva di Albert Walker, serie di diamanti Marquise di concentrati di prima classe

Una parola sulla ricristallizzazione

I metodi di ricristallizzazione delle estrazioni disponibili in commercio sono realizzati da idrocarburi. Tuttavia, è tecnicamente possibile ricristallizzare qualsiasi concentrato di cannabis che non sia stato decarbossilato; finché sono presenti gli acidi cannabinoidi, possono essere utilizzati per creare strutture cristalline. Tuttavia, tutti i metodi di ricristallizzazione consolidati richiedono l'uso di un po 'di solvente. Esistono vari metodi per produrre concentrato di cannabis cristallino, inclusa la distillazione frazionata, ma uno dei metodi più semplici e dispendiosi in termini di tempo richiede poco più di tempo e terpeni.

Estrazione di diamanti

L'estrazione di diamanti può essere eseguita con resina indurita, ma il file resina viva si presta più facilmente al processo. Come con qualsiasi estrazione, il materiale di partenza è la chiave di tutto ciò che segue, e non ci sono scorciatoie o soluzioni alternative in questo passaggio, ottieni la cannabis più forte e "rumorosa" di sempre. . Ogni ceppo ha qualità particolari quando si tratta di stabilità della resina, il potenziale di cristallizzazione ed estrazione è in gran parte scientifico, ma questa è una delle aree in cui diventa una forma d'arte. La selezione della varietà che meglio si adatta al prodotto finale desiderato è una questione di tentativi ed errori.

leggere :  La dose ottimale di THC per sentire un alto

Il processo inizia come per tutti i prodotti BHO, con l'estrazione del butano. Una volta estratta la resina viva non spurgata, è il momento di eseguire uno spurgo leggero senza vuoto a circa 90 ° F | 30 °C non più di 100 ° F | 37 °C. Questa operazione rimuove la maggior parte, ma non tutto, il solvente residuo. La resina viene quindi posta in contenitori dove viene lasciata fuori per due o tre settimane. Durante questo periodo, i cristalli di cannabinoidi iniziano a formarsi sul fondo del contenitore mentre i solidi si separano dai terpeni, formando uno strato liquido semi-viscoso sopra. Quando sei soddisfatto della pila di cristalli, è il momento di eseguire l'eliminazione finale.

Se possibile, separare lo strato liquido dai cristalli e spurgarli separatamente. Lo strato di terpeni sarà più o meno liquido, il che lo renderà abbastanza facile da lavare. Ciò consente una purga un po 'più lunga sui cristalli, circa 72 ore, rispetto a circa 60 per la salsa di terpeni. Se per qualche motivo i tuoi livelli sono difficili da separare, l'intero batch può essere eliminato insieme, ma deve comunque essere eliminato per meno tempo rispetto a un frammento; il frammento viene solitamente spurgato per almeno 100 ore, ma nel caso dell'estrazione di diamanti, la resina è già stata parzialmente spurgata e anche gas nella nave per settimane.

Una volta completata l'eliminazione, i prodotti liquidi e solidi vengono ricombinati e confezionati, preferibilmente in un contenitore resistente ai raggi UV per rallentare la perdita di terpeni. La separazione naturale di cannabinoidi e terpeni utilizzati in questo processo è pronunciata ma non completa. Ciò significa che la parte semifluida ricca di terpeni conterrà sempre tra il 30 e il 50% di cannabinoidi.

L'importante è che questo olio venga poi pressurizzato mediante un apparato cromatografico fino a quando non assume la sua caratteristica forma cristallina.

diamant
East Coast Sour Diesel ”di Emerald City
Foto di Steinfarm per gentile concessione

Il diamante merita questo nome?

In effetti, il diamante risultante sembra molto tipico. Raramente più grandi di pochi millimetri di diametro, questi diamanti contengono il 99% di THCA, mentre il restante 1% è costituito da altri terpeni e cannabinoidi. I diamanti rappresentano quindi la forma più pura del cannabinoide della pianta attualmente disponibile.

tag: Estrazionela resinaterpenitrichome
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.