close
thc tetraidrocannabinolo

Il tetraidrocannabinolo si presenta in molte forme in natura, e grazie alla chimica moderna è possibile crearne molte di più.

Il tetraidrocannabinolo è il cannabinoide più ricercato oggi sul mercato della cannabis. Responsabile degli effetti euforici dell'erba, questo fitocannabinoide è molto controverso e spesso frainteso.

Tuttavia, la caccia alla potenza del THC è la rovina di ogni intenditore di cannabis. La maggior parte degli operatori del settore sa e comprende che il Il THC non è la fine della qualità della cannabis. Altri composti e cannabinoidi, come terpeni, flavonoidi e cannabinoidi minori, influenzano tutti la qualità complessiva di un prodotto.

Ma in un mercato orientato al consumatore, la domanda è maggiore. Con l'avvento della produzione non regolamentata di cannabinoidi di canapa, chimici e coltivatori stanno trovando nuovi modi per trarre vantaggio dai nuovi acquirenti.

Quali sono i tipi di THC?

Ci sono molti tipi di cannabinoidi e prodotti a base di THC oggi sul mercato, inclusi i seguenti:

  • THCa – questa è la forma inattivata o “grezza” del THC.
  • Delta-9 THC - il THC più comune - crea lo sballo euforico per cui la marijuana è conosciuta.
  • THCv – La tetraidrocannabivarina è un sottoprodotto della scomposizione del THCa.
  • Delta-8 – prodotto in piccole quantità in natura
  • Delta-10 – trovato solo in tracce nella pianta naturale.
  • THCP – scoperta relativamente recente nel 2019, non se ne sa molto nuovo cannabinoide.

Molti analoghi del THC, come Delta-8, Delta-10 e THCP, sono prodotti in natura solo in tracce. Pertanto, non possono essere estratti commercialmente come altri cannabinoidi. Questi analoghi minori del THC vengono quindi sintetizzati in laboratorio – e su questo torneremo più avanti in questo articolo.

Estrazione di THC

Il processo di estrazione del THC e altri cannabinoidi vegetali varia a seconda del volume e del prodotto finale previsto. Gli esseri umani producono infusi di olio di cannabis e tinture a base di alcol da secoli. Anche l'hashish e la colofonia sono stati comuni nel tempo per piccoli lotti di cannabis. Certamente non devi essere un genio per estrarre i cannabinoidi dalla cannabis.

Ma quando lavori tonnellate di canapa o cannabis in un'industria commerciale a scopo di lucro, il processo diventa più complesso e richiede solventi, attrezzature su scala industriale e laboratori all'avanguardia. Estraendo e isolando i cannabinoidi, i chimici hanno una tavolozza illimitata su cui lavorare.

Distillazione di THC

Grazie alla distillazione molecolare, il THC può essere isolato sotto forma di olio puro con contenuti che raggiungono il 98% e oltre. Privi di terpeni e altri composti, il distillato è comunemente usato nella produzione di edibili a causa della sua mancanza di gusto e odore.

Questo processo in più fasi è una complessa procedura di laboratorio che deve essere eseguita da professionisti qualificati. Secondo le informazioni del sito Web di Precision Extraction, la distillazione del THC avviene nelle seguenti fasi:

  • Estrazione: la separazione iniziale dei tricomi, o ghiandole resinose, dal materiale vegetale, utilizzando solventi come butano, propano o etanolo.
  • Svernamento e filtrazione: un processo a base di etanolo che utilizza temperature sotto lo zero per rimuovere composti indesiderati come grassi, clorofilla e cere rimasti dalla prima estrazione.
  • Una filtropressa separa i materiali, spingendo i materiali desiderabili attraverso le piastre filtranti.
  • Decarburazione: l'applicazione di calore nel vuoto attiva il THCa in THC e rilascia CO2, solventi residui e altri volatili.
  • Distillazione: il materiale viene riscaldato a specifiche temperature di ebollizione per convertirlo in vapore, quindi passa attraverso un condensatore raffreddato per riconvertirsi in liquido.
leggere :  Perfetta analogia tra cannabis e vaniglia.

I vantaggi del distillato di THC sono la consistenza del dosaggio e la capacità di formulare i prodotti. La maggior parte dei commestibili oggi utilizza il distillato per mascherare il "sapore erbaceo" contro il quale i sondaggi sui consumatori si oppongono. Anche gli aromi delle cartucce di vaporizzazione e le formulazioni specifiche di cannabinoidi sono generalmente realizzati con distillato di THC. Anche il distillato di THC può essere spruzzato sul fiore da realizzare pre-roll infusi.

Gli argomenti contro la distillazione ruotano attorno all'elevata quantità di elaborazione che richiede, che rimuove i composti essenziali. Come lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio per il mais, la distillazione del THC elimina qualsiasi cosa sana o organica dalla cannabis.

Analoghi sintetici del THC

Quando la legge sulla canapa è stata approvata nel 2018, il mercato è stato invaso da agricoltori che cercavano di incassare il nuovo raccolto da reddito. Un numero record di campi è stato piantato con canapa CBD, e pochi agricoltori avevano acquirenti quando arrivò il tempo del raccolto. Il mercato del CBD è stato inondato e i prezzi del CBD sono crollati.

Per recuperare le perdite, i coltivatori di canapa si sono rivolti ai chimici e hanno iniziato a produrre analoghi del THC. Usando il linguaggio di Farm Bill per volare sotto il radar, i coltivatori hanno indirizzato i loro sforzi di marketing negli stati in cui la cannabis legale non era disponibile. Pubblicizzarono i loro prodotti come "marijuana lite", sostenendo uno "sballo senza effetti collaterali cerebrali, facendo affermazioni mediche su prodotti non testati e non regolamentati. Alcuni prodotti dichiarano addirittura di essere negativi ai test antidroga. Ecco alcuni cannabinoidi prodotti in laboratorio che si trovano comunemente sul mercato.

Delta-8 e Delta-10

La ricerca mostra che molti analoghi del THC, come Delta-8 e Delta-10, possono avere una vasta gamma di benefici e produrre un effetto diverso rispetto al THC tradizionale. Ma allo stesso modo in cui molti mettono in dubbio l'efficacia del Marinol, come forma sintetica di marijuana, è lo stesso se prodotto in laboratorio e non estratto direttamente dalla pianta?

Una delle più grandi affermazioni false su Delta-8 ruota attorno alla sua origine. Molti siti Web Delta-8 affermano che i loro prodotti Delta-8 sono estratti, completamente naturali o derivati ​​dalla canapa. Tutti gli attuali prodotti Delta-8 sono realizzati da chimici, che usano sostanze chimiche per convertire i cannabinoidi; non sono estratti da materia vegetale.

Il CEO di ProVerde, il dottor Chris Hudalla, ha fatto i conti e sarebbe costato circa $ 500 milioni per estrarre un grammo di Delta-8 naturale di origine vegetale. L'estrazione di Delta-8 è semplicemente impossibile da un punto di vista economico.

leggere :  Il regolatore di sostanze stupefacenti cbd

Quindi, Delta-8 è sintetico? La risposta è che dipende. Come è nella pianta, è una sostanza naturale. Ma il Delta-8 fabbricato è naturale?

" Il conversione Il CBD a delta-8-THC comporta il riflusso del CBD in un solvente organico, come toluene o eptano, con acido p-toluensolfonico o un altro acido che funge da catalizzatore. La reazione procede generalmente da 60 a 90 minuti. »

Nello stesso articolo, Michael Coffin, un produttore di Delta-8, sostiene che non è il cannabinoide che dovrebbe essere messo in discussione, ma piuttosto i processi di produzione, affermando che "molte persone fanno un pessimo lavoro di pulizia dei loro prodotti di reazione, risultando in "un minestra infernale" di sottoprodotti e altri composti indesiderati. »

Kyle Boyar, del Center for Medicinal Cannabis Research presso l'Università della California, San Diego, ha anche affermato: "Gran parte della produzione è irresponsabile, nel senso che la maggior parte di queste persone ottiene le proprie informazioni dai forum online. line, e molti di loro non sono necessariamente chimici qualificati. »

Acetato di THC-O

Cannabis Tech ha parlato con Honest Marijuana nel 2020 del THC-O acetato. Tuttavia, gli acetati di THC sono tutt'altro che nuovi. I militari hanno sperimentato l'acetato di THC negli anni '30 per usarlo per neutralizzare i loro nemici.

Questo cannabinoide viene prodotto utilizzando l'anidride acetica per convertire la molecola, quindi i catalizzatori e le sostanze chimiche vengono rimossi attraverso un processo di distillazione. Ancora una volta, in assenza di regolamentazione e supervisione, questo è un mercato attento agli acquirenti, come nel caso della produzione Delta-8. Senza i passaggi adeguati, i consumatori possono consumare più di quanto si rendano conto.

A differenza di Delta-8 e Delta-10, il THC-O non si trova in natura. Può essere prodotto solo in laboratorio.

HHC, o Esaidrocannabinolo

Come il THC-O, l'HHC non si trova in natura, ed è la tana del coniglio per aggirare le normative per realizzare un profitto. Mentre gli stati si muovono per vietare prodotti come Delta-8 e Delta-10, i chimici stanno semplicemente inventando un nuovo cannabinoide prodotto in laboratorio che non è elencato nella verbosità legale.

In un articolo su Leafly, un coltivatore ammette: "L'HHC è uno dei nostri prodotti in più rapida crescita... a causa delle normative che hanno vietato il Delta-8. »

Per creare HHC, i produttori utilizzano reattori chimici per aggiungere un atomo di idrogeno al THC. Più aumenta la produzione, più aumenta il rischio di esplosione. L'HHC viene spesso presentato come il cannabinoide che non appare in un test antidroga, ma non ci sono prove che lo confermino.

Probabili modifiche

Sebbene esistano diversi tipi di THC, è importante ricordare che il Delta-9 THC è stato oggetto di decenni di ricerca e consumo umano. Alte dosi di analoghi del THC, specialmente quelli scoperti negli ultimi anni, non hanno dati sul loro uso a lungo termine o sui potenziali pericoli. Quando acquistano e consumano questi prodotti, i consumatori dovrebbero agire con cautela.

Con nuove normative attese a breve dalla FDA sul CBD derivato dalla canapa e produzione di prodotti consumabili, si può solo speculare sul futuro di molti prodotti disponibili oggi sul mercato. Come minimo, i coltivatori dovrebbero aspettarsi test e analisi standardizzati per verificare la sicurezza dei prodotti che vendono, siano essi estratti naturalmente o prodotti in laboratorio.

Blog-Cannabis
tag: acido cannabidiolicocannabidioloDelta-8 THCOlio di cannabisfitocannabinoidisinteticoTHCPTHCV
Weedmaster

L'autore Weedmaster

Emittente multimediale e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti correlati alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.