close
salute

Lo studio rileva una riduzione del danno da svapo negli stati in cui è consentita l'erba

EVALI: nome delle lesioni polmonari legate allo svapo

Gli stati in cui la cannabis è legale per uso ricreativo hanno meno casi di danno polmonare legato al vapore rispetto ad altri stati, secondo una ricerca pubblicata all'inizio di questo mese dalla rete. JAMA Network Open.

Ricerche precedenti hanno scoperto che il colpevole delle lesioni era probabilmente l'acetato di vitamina E. Le sigarette elettroniche (vapori) hanno fatto notizia per la prima volta a causa delle vendite alle stelle e della popolarità. Quindi le segnalazioni di gravi malattie e decessi per svapo di tabacco e altre sostanze hanno iniziato ad aumentare nell'estate del 2019. A metà febbraio 2020, l'autorità sanitaria Segnalato CDC più di 2800 casi di danno polmonare che richiedono il ricovero in tutti i 50 stati e 68 decessi. EVALI (polmonite associata allo svapo), come viene ora chiamata la malattia, continua a sollevare domande, sebbene le visite al pronto soccorso relative allo svapo siano diminuite.

Perché le ferite legate allo svapo, e persino i decessi, sembrano accadere così all'improvviso, anche se le sigarette elettroniche sono in uso da anni? Perché EVALI è difficile da diagnosticare? Quali tipi di danno polmonare si verificano e quali potrebbero essere le cause? Perché solo alcune persone sono colpite, mentre altre continuano a utilizzare prodotti per lo svapo senza malattie apparenti? E cosa sappiamo finora delle possibili conseguenze a lungo termine dello svapo?

Cos'è EVALI?

EVALI (sigaretta elettronica o prodotto da svapo associato a danno polmonare) è una risposta infiammatoria nei polmoni innescata da sostanze inalanti. Considerando una vasta gamma di prodotti, molti prodotti illeciti o contraffatti e molti ingredienti diversi, non sorprende che anche EVALI vari. Può manifestarsi come polmonite, danni a piccole sacche d'aria nei polmoni (alveoli) o una reazione infiammatoria chiamata polmonite fibrinosa.

Perché è difficile diagnosticare EVALI?

Confermare una diagnosi di EVALI è molto difficile perché non è disponibile un semplice test di laboratorio. In questo momento, i medici diagnosticano EVALI in base ai sintomi, all'uso recente di prodotti per lo svapo, alle anomalie riscontrate nei test polmonari e all'assenza di segni di infezione. Sfortunatamente, l'esame polmonare diretto richiede la broncoscopia, che la maggior parte dei pazienti è troppo malata per tollerare in sicurezza. I dati dei pazienti sottoposti a broncoscopia finora non sono riusciti a identificare il meccanismo che causa il danno polmonare.

Cosa sappiamo delle cause di EVALI?

È difficile identificare le cause di EVALI. Esistono migliaia di prodotti da svapo con ingredienti diversi, comprese alcune sostanze illecite. Molto probabilmente, diversi prodotti o sostanze specifici causano gravi problemi ai polmoni. Nessuno sa perché alcune persone ottengono EVALI e altre no, ma è probabilmente dovuto ai diversi ingredienti che hanno inalato.

  • Il marchio più comune associato a EVALI è Dank Vape, un marchio di prodotti contenenti THC.
  • L'uso esclusivo di prodotti contenenti THC aumenta il rischio di EVALI. (Non è chiaro se le persone che hanno utilizzato vapori di sola nicotina siano state esposte anche a prodotti per lo svapo contenenti THC o se altri ingredienti abbiano causato danni ai polmoni.)
  • La vitamina E acetato è fortemente associata a EVALI. Si trova principalmente nei marchi contraffatti (e recentemente nei prodotti Juul dalla Corea del Sud). La vitamina E è un integratore considerato sicuro se ingerito o applicato sulla pelle. La vitamina E acetato è un derivato del petrolio utilizzato nei prodotti da svapo come addensante. Si trova in circa la metà dei prodotti associati a EVALI. Un recente piccolo studio ha trovato depositi di vitamina E nel tessuto polmonare di pazienti EVALI.
  • Altri componenti chimici, inclusi trigliceridi, oli vegetali, distillati e terpeni diluiti, sono stati trovati in campioni di broncoscopia di pazienti EVALI. Ma nessuno è presente in tutti i pazienti.
leggere :  Le gemme vincenti della 2019 Cannabis Cup

Potenziali problemi di salute a lungo termine legati allo svapo

Naturalmente, le malattie gravi e le morti per lesioni polmonari legate allo svapo hanno ricevuto molta attenzione. Ma esiste altre cause di preoccupazione per gli effetti a lungo termine sulla salute dei vapori per inalazione, inclusi umettanti, aromi, processo di riscaldamento e corrosione delle bobine metalliche.

  • umettanti sono additivi utilizzati per produrre vapore, come glicole propilenico o glicerolo. Le cellule respiratorie umane esposte agli umettanti in esperimenti di laboratorio mostrano un aumento dell'infiammazione e una ridotta sopravvivenza. Ciò solleva preoccupazioni sul danno polmonare quando le persone inalano umettanti.
  • Migliaia di prodotti aromatici di svapo sono stati segnalati. Poiché vengono inalati e non ingeriti, non sono regolamentati dalla Flavor and Extract Manufacturers Association (FEMA). Un esempio è il diacetile, che conferisce agli alimenti un sapore burroso o cremoso. Gli operai esposti ad alti livelli di diacetile nelle fabbriche di popcorn hanno sviluppato una lesione polmonare nota come "polmone da popcorn", quindi è regolata sul posto di lavoro dall'OSHA . Tuttavia, il diacetile viene utilizzato in oltre il 60% dei vapori aromatizzati e solo XNUMX-XNUMX spruzzi al giorno superano di gran lunga i limiti di esposizione OSHA.
  • Ingredienti riscaldanti produrre vapore provoca la decomposizione dei loro componenti chimici, che può anche essere pericoloso per la salute. Ad esempio, il riscaldamento del glicole propilenico produce aldeidi, che espongono gli utenti a livelli di vapore da cinque a 15 volte superiori alla formaldeide, un noto cancerogeno, che si trova nelle sigarette di tabacco.
  • Inoltre, l'uso ripetuto di cartucce ricaricabili può causare la decomposizione delle bobine di riscaldamento in metallo, che può provocare l'inalazione o l'ingestione di metalli pesanti. I metalli tossici, manganese e zinco, sono stati isolati da dispositivi a spruzzo usati. Questi possono causare malattie se consumati ad alti livelli. Ci sono anche segnalazioni di casi di danni ai polmoni legati al cobalto nel liquido di svapo. Ciò è stato attribuito alla corrosione delle bobine.
leggere :  CBD palliativo alla nicotina

L'essenziale

Per ora, il CDC e la FDA raccomandano vivamente alle persone di evitare l'uso di sigarette elettroniche o prodotti da svapo che contengono THC, specialmente nel mercato illecito. Gli operatori sanitari dovrebbero segnalare qualsiasi caso sospetto di EVALI al proprio dipartimento sanitario statale. In Massachusetts, una nuova legislazione vieta la vendita di tutti i prodotti del tabacco aromatizzato a partire da giugno 2020 e impone una tassa sui prodotti da svapo di nicotina. La Camera e il Senato degli Stati Uniti hanno approvato un disegno di legge che vieta la vendita di tabacco e sigarette elettroniche a chiunque abbia meno di 21 anni. Sebbene queste misure siano un inizio, è anche necessario regolamentare la sicurezza degli ingredienti nelle sigarette elettroniche.

Non è una sorpresa: ricerche precedenti hanno dimostrato che il colpevole delle lesioni era probabilmente l'acetato di vitamina E, una sostanza utilizzata nei vaporizzatori del mercato nero. Se le persone potessero facilmente ottenere cannabis legale, avrebbero meno probabilità di rivolgersi al mercato nero.

Per condurre lo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati dei Centers for Disease Control and Prevention sui casi di sigaretta elettronica o danno polmonare associato al vaporizzatore (EVALI) negli Stati Uniti, tenendo conto della popolazione e la prevalenza dell'uso di sigarette elettroniche.

Lo studio ha rilevato che gli stati con cliniche ricreative legali avevano 1,7 casi di EVALI per milione di persone, mentre gli stati che vietano l'uso di cannabis per adulti avevano 8,1 casi per milione. (Gli Stati che hanno solo cannabis per scopi medici hanno registrato 8,8 casi di EVALI per milione di residenti, il che non è statisticamente significativo).

vaping, vaping polmonare, EVALI


tag: Sigaretta elettronicainfezionemalattiavaporizzazione
Maestro d'erba

L'autore Maestro d'erba

Emittente di Weed media e responsabile delle comunicazioni specializzato in cannabis legale. Sai cosa dicono? sapere è potere. Comprendi la scienza alla base della medicina della cannabis, rimanendo aggiornato con le ultime ricerche, trattamenti e prodotti relativi alla salute. Rimani aggiornato con le ultime notizie e idee su legalizzazione, leggi, movimenti politici. Scopri suggerimenti, trucchi e guide pratiche dei coltivatori più esperti del pianeta, nonché le ultime ricerche e scoperte della comunità scientifica sulle qualità mediche della cannabis.